Il Governo traballa e il Parlamento fa sentire la sua voce

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

Cosa sta accadendo al Governo? Gli animi sono caldi, nonostante la rielezione di Mattarella al Quirinale.
“Questa pagliacciata per cui stanno nella maggioranza di Governo e poi votano in Parlamento contro il Governo, è per caso il modo in cui sperano di riabilitare i partiti?”
Antonio Polito, editorialista del Corriere della sera

Risponde catastrofico Carlo Taormina “Va bene così. Deve crollare tutto.”
Intanto…
“L’ira di Draghi sui partiti, dopo che il Governo è andato sotto quattro volte nell’esame del “Milleproroghe”, titolano molti giornali. Il Presidente del Consiglio scopre, guarda un po’,  che in Italia esiste un Parlamento non sempre disposto a seguire pedissequamente le decisioni del Governo. Ma che strano! Il fatto è che col graduale ritorno alla normalità, con la fine dello stato di emergenza, il Parlamento comincia a essere scosso da qualche sussulto di vitalità, mentre i partiti si preparano per le non lontane elezioni politiche. E’ il ‘regime  parlamentare’, bellezza! O lo si accetta o lo si cambia con un ‘regime presidenziale’. Paradosso: le derive presidenziali in Italia piacciono, ma nessuno ha il coraggio di tradurle poi un un coerente progetto  politico-costituzionale. Quindi non c’è da meravigliarsi se qualche volta il Parlamento, in una Repubblica parlamentare appunto, fa sentire la sua voce…”
Domenico Vecchioni, ambasciatore

“25mln di €, fino a 2.500€ a testa, per aiutare giovani a fare la patente per camion e altri mezzi come pullman turistici, trattori, ruspe. È altra buona notizia nel Milleproroghe, che conferma l’importanza di essere al Governo per risolvere problemi e aiutare settori fondamentali.”
Matteo Salvini, Lega

“Tutti a ribadire la centralità del Parlamento e poi, non appena i parlamentari con il proprio voto esprimono volontà difformi da quelle del Governo, gridano allo scandalo… mah…”
Ylenja Lucaselli, Fratelli d’Italia

In effetti, Il Parlamento, eletto dal popolo, è l’organo legislativo o hanno cambiato anche questo?
“Promessa elettorale 2018:
nessuno doveva allearsi con nessuno. Realtà: hanno fatto il governo Conte I, poi lo hanno fatto fallire; hanno fatto il governo Conte II, poi lo hanno fatto fallire; hanno fatto il Governo Draghi… Direi che potreste fermarvi qui per questa legislatura.”
Carlo Calenda, Azione

Ma se non sono più d’amore e d’accordo, aspettiamoci anche qualche altro colpo di scena.

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.