Il Garante dei disabili della Regione Campania: “non abbandoniamo le persone che soffrono dei disturbi dello spettro autistico”

Condividi

Il Garante dei diritti delle persone disabili della Regione Campania, avv. Paolo Colombo, in occasione della giornata ONU della consapevolezza sull’autismo 2/04, invita a non abbandonare le persone che soffrono dei disturbi dello spettro autistico e le loro famiglie. Inoltre, bisogna prendere coscienza che in questo drammatico momento, dovuto al Covid19, aumentano le difficoltà dei più deboli fra i deboli: gli autistici.

NARDONE

L’avv. Colombo dichiara che, per far fronte a questo dramma, non bastano i trattamenti a distanza o quelli ABA via Skype, ma invita a fare di più. Innanzitutto, occorre un contatto diretto, chiamare anche ogni giorno, non far perdere la routine quotidiana e le abitudini sensoriali laddove sia possibile, fornire assistenza domiciliare con educatori specializzati e sostegno psicologico alle famiglie. Infine, il Garante dei disabili dichiara, che sia opportuno ripensare al modello delle R.S.A. e delle case di cura, che proprio in questa situazione di emergenza, hanno manifestato limiti, i quali rischiano di diventare dei focolai di espansione del virus. La situazione potrebbe risolversi, prevedendo nuove tipologie di interventi sanitari, sociali ed educativi, supportati da adeguate risorse finanziarie.

L’autismo, in Italia, riguarda almeno una persona su settantasette nati e in Campania almeno trecento nati l’anno. Purtroppo, si tratta di un fenomeno di notevole espansione di cui non si conoscono ancora con certezza le cause e le strategie di trattamento, ma che proprio per questo, deve essere fortemente attenzionato.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]