Il Comune di Recale ricorda con un cippo commemorativo il Ten. Pilota Franco Nubifero

Condividi

Ancora viva la memoria del pilota casertano che precipitò con il suo velivolo militare nel 1968 nelle campagne di Ghedi, vicino Brescia

Caserta, 10 Novembre 2021 – Si è svolta nella mattinata di oggi, mercoledì 10 Novembre 2021, la cerimonia di scoprimento del cippo commemorativo alla memoria del Ten. Franco Nubifero, pilota dell’Aeronautica Militare, originario del comune di Racale in provincia di Caserta, precipitato con il suo velivolo alla fine degli anni ’60 nelle campagne bresciane.

Alla commemorazione, che si è svolta nella piazza della Città di Recale, già intitolata – in occasione del cinquantennale della sua dipartita – alla memoria del compianto militare, hanno partecipato autorità locali e militari, tra cui il sindaco del Comune della Città di Recale (CE), Dottor Raffaele Porfidia con il gonfalone della Città,  il Gen. S.A. (Ris) Tiziano Tosi, in qualità di Presidente dell’ Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Mutilati dell’Aeronautica ed il Col. Roberto Impegno, Comandante della Scuola Specialisti A.M.

Benedizione del monumento da parte del Cappellano Militare per l'Aeronautica
Benedizione del monumento da parte del Cappellano Militare per l’Aeronautica

Alla presenza dei cittadini e di giovanissimi studenti recalesi, oltre che dei rappresentanti delle associazioni d’arma, della moglie, Sig. ra Tina Feola,  e della figlia, Dr.ssa Franca Nubifero, del pilota scomparso, il cappellano militare della Scuola Specialisti A.M., Don Emilio di Muccio, ha benedetto la semiala di un velivolo SF 260, cimelio aeronautico scelto per coronare il cippo commemorativo alla memoria del pilota casertano il cui ricordo, a distanza di oltre 50 anni, è ancora vivo fra i suoi concittadini.

Il Ten. Pilota Franco Nubifero, nato a Recale il 3 Dicembre 1944 da Giovanni Nubifero ed Antonietta Russo, frequentò nel 1965, in qualità di Allievo Ufficiale Pilota di Complemento, l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli. Al termine della fase addestrativa, fu assegnato al Reparto di Volo. Il 9 dicembre 1968, erano passate da poco le ore 13.00, quando il suo velivolo F 84 F, decollato qualche ora prima dalla base di Gioia del Colle, prese fuoco sulle campagne bresciane, precipitando successivamente fra i comuni di Montirone e Ghedi.

La Scuola Specialisti, presente con una rappresentanza alla manifestazione, è un Istituto militare di istruzione per le attività di formazione basica iniziale, formazione tecnica specialistica, addestramento, aggiornamento, specializzazione, qualificazione e riconversione del personale dell’Aeronautica Militare, delle Altre Forze Armate, Corpi Armati e non dello Stato, nonché di personale di Forze Armate estere. Dipende dal Comando delle Scuole/3^ Regione Aerea con sede a Bari.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]