Il 12 Giugno si avvicina. Referendum sulla giustizia

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

“Dobbiamo sostenere i referendum giustizia contro un silenzio aberrante. Serve informazione contro la malagiustizia che ogni giorno manda tre persone in carcere da innocenti.”
Annalisa Chirico, giornalista e scrittrice

“Troppe persone, troppi soggetti politici, specialmente di destra, pensano che la politica possa passare o debba avvalersi di questa o quella iniziativa giudiziaria, di indagini, arresti e processi ai danni della parte politica avversa. Ed è a causa di questo sciocco, ingenuo e rozzo retropensiero (che, peraltro, nasce da decenni di frustrazioni e di angherie subite), che tendono a sostenere la magistratura, a non mettersi contro di essa, a tutelarne in qualche modo il potere.
Dimenticano che ormai la magistratura non incarna più la sicurezza ma, semmai, la minaccia con le sue decisioni lassiste in tema di reati comuni e da strada. Dimenticano che la politica non si fa con i processi e le denunce, non si appoggia alla magistratura. Ma, ciò che è più grave, dimostrano di non avere né senso della politica né senso delle istituzioni e della necessità di riportarle, a tutela dei cittadini e dello Stato, sul giusto binario costituzionale. Dimenticano che con questo modo di pensare, infatti, non fanno altro che rafforzare, consolidare e ulteriormente far espandere lo strapotere dell’Ordine  giudiziario che ormai si ritiene superiore ad ogni altro potere dello Stato e lo dimostra con l’uso distorto dell’arma invincibile che possiede, il potere di interpretazione delle leggi, potere che ha definitivamente trasformato nel potere di stravolgerle fino a riscriverle.
Dimenticano che ormai la magistratura non vuole più una parte politica di riferimento perché non ne ha più bisogno e colpisce inesorabilmente chiunque, purtroppo a sua volta interpretando un autonomo ruolo politico.
Tutto ciò è di una solare evidenza ma sembra che questi ingenui amici, anche alquanto politicamente e culturalmente rozzi, non possano o non vogliano capire.
Anche queste sono ragioni più che valide per votare SI a tutti i quesiti referendari senza dare retta a chi oggi, dalla destra di Fdi vi dice di votare no ai quesiti sulla legge Severino e sulla custodia cautelare.
Credo che anche qualche leader farebbe bene a darsi una ripassata ai principi basilari del pensare e dell’agire politico.”
Luigi Bobbio, magistrato e già senatore della Repubblica

“Una giustizia più equa, giusta ed efficiente. I referendum che si voteranno  il 12giugno sono un eccezionale strumento di democrazia diretta, il modo che abbiamo tutti noi per dare avvio ad un vero processo di riforma della giustizia e della magistratura nella giusta direzione.”
Ettore Rosato, Italia Viva

“Il 12 giugno andate a votare i referendum sulla giustizia. E votate “Sì”: serviranno a migliorare la giustizia in Italia.”
Vittorio Sgarbi
“Questa Giustizia è a pezzi, chi si astiene è complice.Votare è dovere civico”.
Sabino Cassese, ex giudice della corte costituzionale della Repubblica

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.