I verdi scrivono il futuro della sinistra anche in Campania

Condividi

La nostra riflessione di oggi parte dal ripescaggio di Francesco Emilio Borrelli nel collegio Campania 1 P02. Nonostante il pessimo risultato del Pd non possiamo dire lo stesso per i Verdi che dopo 14 anni ritornano in Parlamento e addirittura due sono gli ingressi campani. Bisogna dire che non si tratta di fortuna ma di una reale corresponsione di merito al lavoro fatto sul territorio in questi anni, peraltro e’ da sottolineare l’ ottima campagna elettorale condotta da un imprenditore green come Giulio Gerli proprio nel collegio dove e’ scattato il secondo parlamentare. Il futuro potrebbe essere green per la sinistra e costituire la vera alternativa alle politiche assistenziali soprattutto valutando le offerte imprenditoriali e di crescita del terzo settore e della valorizzazione del territorio nel campo turistico. C’è da dire che i Verdi hanno il merito di aver inserito nel programma i temi bocciati dalla Consulta rispetto alla legalizzazione cannabis ed eutanasia quindi anche per queste ragioni il voto dei maggiorenni chiamato a ritirare la scheda del Senato è stato destinato a loro. I movimenti ambientalisti di sinistra sono una realta’ europea affermata gia’ in diversi paesi mentre in Italia si registra un notevole ritardo. La sinistra in realta’ ed in particolar modo il Pd non ha operato una giusta riflessione sulla evoluzione della propria identita’ politica ma si e’ limitata ad inserire nel programma qualche punto ambientalista e a investire il proprio tempo in accordi con forze politiche quali i grillini che poi alla fine gli hanno depauperato il bacino elettorale. Anche in questo caso mi sembra riduttivo considerare il Rdc come capro espiatorio delle errate strategie di partito adottate fino ad oggi.

Rosa Criscuolo

Studi classici condotti al liceo Antonio Genovesi e  Laurea in Giurisprudenza 110/110 all' Universita' Federico II. Social Media Manager e consulente politica. Appassionata di arte e filosofia. Ideatrice del programma streaming e del format televisivo IL MONITO che ha riscosso successo in Campania. Volto noto come opinionista radiofonica e televisiva. Protagonista di campagne per i diritti civili in qualita' di membro nazionale dell' Ass. Luca Coscioni accanto a Marco Cappato. Marco Pannella rappresenta il suo ideale politico. Londra e' la sua citta' rifugio.