I luoghi di Napoli: magie e incanti con “Il suono della storia”

Condividi

Giovedì 1 ottobre – Chiesa di Donnaregina Vecchia – ore 19.30

Letture scelte e commentate da Giuseppe Montesano

Con Alessandra Borgia

Markus Stockhausen (flicorno / elettronica)

 

NARDONE

Si intitola “Il suono della storia” ed è il penultimo appuntamento di “I luoghi di Napoli. Magie e Incanti”, la rassegna promossa dalla Fondazione Premio Napoli e curata da Domenico Ciruzzi e Stefano Valanzuolo, all’insegna del dialogo tra letteratura teatro e musica, negli scenari più suggestivi del paesaggio architettonico della città. In programma giovedì 1 ottobre, alle ore 19,30, la location prescelta è quella  della chiesa di Donnaregina Vecchia, esempio mirabile di gotico napoletano.  Secondo il format ormai collaudato della rassegna, saranno tre gli elementi di richiamo dell’evento, sospeso tra parola e musica.

A Giuseppe Montesano – che è autore, critico, saggista e traduttore noto al pubblico dei lettori –  il grato compito di scegliere i brani letterari che raccontino Napoli e di introdurne il senso, in apertura di serata. Sarà l’attrice Alessandra Borgia, poi, a dare voce ed anima alle pagine scritte. Infine, Markus Stockhausen – trombettista illustre e figlio d’arte famoso – suggellerà in musica il percorso.

Montesano è una delle voci più singolari nel panorama degli scrittori italiani: premio Napoli nel 1999 per la Narrativa e nel 2017 per la Saggistica, ha teorizzato la “lettura selvaggia” («…leggere un libro ovunque e in ogni momento utile») come pratica necessaria per fondare un nuovo umanesimo.

Alessandra Borgia è stata protagonista della grande stagione eduardiana, lavorando nelle compagnie di Eduardo e del figlio Luca, ma anche vicina alla nuova leva di drammaturghi italiani, recitando, tra gli altri, con Annibale Ruccello. In “Napoli profumo di donne”, monologo scritto e interpretato da lei stessa, ha messo in scena le grandi figure femminili del teatro napoletano.

La musica che affiancherà e completerà il racconto, arricchendolo di suggestioni sorprendenti, è affidata al flicorno e all’elettronica di Markus Stockhausen.  Figlio e già collaboratore di Karlheinz, uno dei massimi compositori del Novecento, Markus Stockhausen teorizza e crea da tempo, sulla scia di suo padre, una musica “intuitiva” che risulti libera dai vincoli della partitura, muovendosi senza sforzo tra contemporanea, classica e jazz moderno. Trombettista e flicornista di rango internazionale, Stockhausen ama sonorizzare spazi storici e non convenzionali: un rilievo, questo, che accresce il fascino dell’appuntamento di Donnaregina Vecchia.

L’evento del 1 ottobre è a ingresso libero su prenotazione (premionapoli.it oppure scabec.it/iluoghidinapoli). Il pubblico, su richiesta e previa prenotazione, potrà usufruire (a partire dalle 18.15 e fino alle 19.15) della visita guidata e gratuita del luogo.

Il Progetto I LUOGHI DI NAPOLI. MAGIE E INCANTI, supportato da Regione Campania, è promosso dalla Fondazione Premio Napoli, curato da Domenico Ciruzzi e Stefano Valanzuolo, e realizzato in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania. Il coordinamento artistico per la Fondazione Premio Napoli è di Alfredo Contieri, Alfredo Guardiano, Carmen Petillo e Francesco Morra. L’organizzazione e la promozione sono di Scabec spa.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]