Grecia Colmenares: “Nella vita tutto è lacrime e sorrisi. Piangiamo per dolore, ma anche di gioia, questo il senso del mio libro”

Condividi

NARDONE

Riprese video di Arturo Favella

Riardo, 21 ott. – Un libro che sintetizza tutta la storia artistica ed umana di Grecia Colmenares, attrice venezuelana arrivata in Italia per promuovere ‘Lacrime e sorrisi’, di Graus edizioni, presentato nell’esclusiva location della Fiera del Mobile di Riardo.

Il testo sarà presto tradotto in braille per la fruibilità dei tanti fan non vedenti della regina delle telenovelas, abituata da sempre a riservare un pezzo del suo cuore a chi ha più bisogno.

Tra le pagine del suo libro Grecia ricorda di essere partita per l’Argentina con una piccola valigia tra le mani, pronta a inseguire il sogno di diventare attrice. A 20 anni da sola, dopo l’esperienza venezuelana di ‘Topazio’, le si aprirono le opportunità lavorative, ma la Colmenares non era ancora conosciuta in tutto il mondo: “Ricordo che in Argentina conoscevano solo Veronica Castro che aveva fatto una telenovela lì. Sapevano che fossi un’attrice, ma non mi consideravano famosa. Quando sono arrivata con ‘Maria’, ho ottenuto un esito impressionante. Pensate che anche durante l’incontro con il papa, tutti gridavano ‘Maria, Maria’. Il papa guardava incredulo cercando di capire chi fosse Maria, poi si è soffermato su di me portandomi un rosario con il quale mio figlio Gianfranco ha fatto la prima comunione. Maria mi ha dato un esito lavorativo, ma anche personale. Non so perchè, ma ogni volta che mi scritturavano per un personaggio da telenovela, finivo con l’interpretare le stesse vicende che mi capitavano nella vita privata”.

Il filo conduttore dei personaggi da lei interpretati è stato sempre l’amore, che Grecia considera la cosa più bella al mondo ed ha cercato di tradurre in emozioni sul piccolo schermo: “Quando ti arriva un progetto deve piacerti; se ti piace è sicuro che emozioni. Dopo il lavoro diventa più facile e credi davvero di essere il personaggio che interpreti. Tutti mi chiedono come siano stati i miei baci dati agli attori sul set…beh sono stati baci veri dati nella convinzione di essere innamorata. Ho baciato sul set 15 attori bellissimi e famosi delle telenovelas, ma a chiusura ciak si tornava alla normalità. I miei partner erano tutti sposati nella vita privata e mi hanno sempre rispettata sul set e nel rapporto interpersonale”.

Abituata a lavorare tutti i giorni, meno che la domenica, Grecia ha vinto nel 2012 in Argentina un Oscar del teatro, il ‘ Premio Carlos Paz’ per la commedia più vista in assoluto, dal titolo ’14milioni’. Il suo amore per il teatro è sempre stato forte, tanto da ottenere grandi proseliti: “Pensate che una coppia appena sposata arrivò subito dopo le nozze a teatro solo per vedermi, tanto era l’amore nei miei riguardi. Nella vita l’approvazione dei fan è sempre stata la mia medicina. Una volta dopo un incidente stradale, subito dopo l’impatto con l’auto ed in preda allo spavento, i fan non mi hanno fatto capire nulla…non si sono accorti di nulla, semplicemente hanno iniziato ad acclamarmi; sono scesa dall’auto ed i loro abbracci mi hanno fatto dimenticare lo spavento dell’incidente accaduto poco prima. La vita è così: lacrime e sorrisi, questo il senso del mio libro!”.

Video di Arturo Favella

 

loading...

Pina Stendardo

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.