Governo M5S-Lega, la frenata 48 ore dal Colle

Condividi
Sergio Mattarella ha preso atto della richiesta di M5s e Lega di avere qualche giorno in più di tempo per trovare un’intesa. Saranno dunque Di Maio e Salvini a comunicare al presidente della Repubblica quando saranno pronti.
Se saremo abbastanza bravi a trovare la quadra si parte senza problemi, ma non vogliamo prendere in giro il presidente della Repubblica e gli italiani” dicendo che c’è l’accordo “quando su qualche punto importante come le infrastrutture ci sono ancora visioni diverse”. Lo dice Matteo Salvini al Quirinale. “Il tema giustizia è centrale: processi più brevi, anche su questo partiamo da posizioni differenti e io sono in questa veste non solo da leader della Lega, perché non voglio rompere l’alleanza di centrodestra”, aggiunge.
Di Maio ha detto di aver informato il Presidente sull’avanzamento contratto di governo. “Sia io che Salvini siamo d’accordo sul fatto che nomi pubblicamente non ne facciamo”. Ha affermato il capo del M5s – “L’accordo di governo è il cuore di questo governo di cambiamento che siamo intenzionati a far partire il prima possibile”.  Ma “per concludere – ha aggiunto- abbiamo chiesto il tempo per concludere il contratto di governo. Abbiamo chiesto ancora dei giorni”. Il contratto di governo “sul modello tedesco – ha spiegato Di Maio -, mette dentro i punti programmatici delle due forze” M5s e Lega. “Noi lo sottoporremo ai nostri iscritti con un voto online che sarà chiamato a decidere se far partire questo governo con questo contratto o no”.
Grillo: Luigi Di Maio sta lavorando “benissimo”. E i ragazzi stanno lavorando bene? “Benissimo! Abbiamo dimostrato di sederci con chiunque: le idee non sono né di destra né di sinistra, sono buone, cattive, mediocri, non hanno connotazione”. Lo ha detto Beppe Grillo, intervistato a Roma dall’inviato di Night Tabloid, in onda ieri sera su Rai2 “Questa è la salita del Grillo! Lì, c’è il palazzetto dei cavalieri di Malta che pagano 11 euro al mese o all’anno. Avevamo deciso con il Comune di fare un aumento del 20 per cento e arrivare anche a 13 euro. Hanno risposto dicendo ‘nessuno ci ha mai chiesto l’affitto!'”.
loading...

NARDONE

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]