Giustizia, Cirielli (FdI): “Anomala presenza di De Raho a convegno Pd Napoli”

Condividi

“L’ex procuratore aggiunto di Napoli Franco Mancuso (presidente del Pd napoletano), l’ex procuratore nazionale antimafia e già procuratore di Salerno Franco Roberti (ex assessore regionale della Giunta De Luca ed attuale europarlamentare del Pd). E, persino, il procuratore nazionale antimafia in carica Federico Cafiero De Raho, unico relatore, a quanto pare, a non essere iscritto al Partito Democratico. Sono loro i protagonisti di un dibattito politico organizzato per domani proprio dal Pd di Napoli, che testimonia, ancora una volta, quanto sia forte il legame tra la sinistra e una parte della magistratura”. Lo dichiara, in una nota, il Questore della Camera e deputato campano di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli: “Per questo sorprende e non poco l’anomala presenza del procuratore De Raho, il quale, visto il delicato e importante incarico che ricopre, dovrebbe tenersi lontano da facili strumentalizzazioni politiche ed elettorali; a meno che non sia in procinto pure lui, come il suo predecessore Roberti e tanti altri magistrati, a candidarsi tra le fila del Pd. Non si può non constatare, anche in questo caso, il silenzio di Anm e Csm, sempre pronti ad intervenire, spesso duramente e agitando l’imparzialità del potere giudiziario, quando vi sono brillanti magistrati in odore di candidatura con l’appoggio del centrodestra. Sarebbe altresì interessante conoscere il parere, al riguardo, dei vertici associativi napoletani di Area e di altre sigle, che ultimamente si sono occupati, guarda caso, di Catello Maresca. E’ il solito e inaccettabile doppiopesismo di alcuni vertici della magistratura italiana, che si preoccupano dell’etica e della moralità dei giudici soltanto quando non sono sponsorizzati dai partiti di sinistra. Presenterò – conclude Cirielli – un’interrogazione al Ministro della Giustizia Marta Cartabia per verificare se, ciò che andrà in scena a Napoli, sia consentito dalle norme che regolano il funzionamento e l’imparzialità della magistratura”

NARDONE

 

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]