Gaetano Manfredi nuovo ministro dell’Università e della Ricerca, sostituisce il dimissionario Fioramonti

Condividi

Il presidente del Consiglio dei Ministri ha nominato due nuovi membri del suo governo.

 

Giuseppe Conte ha annunciato il sostituto di Lorenzo Fioramonti, dopo le dimissioni dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Anzi, sono due. Ma procediamo con ordine.

Anzitutto, il premier, alla conferenza di fine anno, ha affermato: «Ringrazio il ministro Fioramonti: abbiamo la necessità, l’ho già detto, di rilanciare il comparto della università. Non è vero che non abbiamo compiuto passi avanti, penso alla Agenzia nazionale delle Ricerche. Ora fare qualche sforzo in più, penso a aumentare i fondi sul diritto alla studio. Sono convinto che la cosa migliore per potenziare il settore sia separare la scuola dall’Università».

Ed eccoci ai nomi. Anzitutto, la sottosegretaria al Miur Lucia Azzolina è la nuova ministra della scuola. Gaetano Manfredi, invece, sarà il ministro dell’Università e della Ricerca.

Lucia Azzolina è un dirigente scolastico ed è attualmente sottosegretario alla Scuola in quota MoVimento 5 Stelle. Gaetano Manfredi è, invece, rettore dell’Università Federico II di Napoli.

Università e ricerca diventino “fattori di sviluppo e crescita” per il Paese, ma anche elementi “unificanti”, per fare in modo che “i giovani abbiano le stesse opportunità in qualunque parte d’Italia”. Sono due degli obiettivi di Gaetano Manfredi, indicato come ministro per l’Università e la Ricerca, in una dichiarazione all’ANSA.

“Se mettiamo al centro la qualità delle persone non possiamo sbagliare. E’ la strada che intendo percorrere: su questo a volte mi si considera un pò rigido, ma è un tema su cui non faccio negoziati”. Così il neoministro per l’Università e la Ricerca, Gaetano Manfredi, rettore dell’ Università Federico II di Napoli e presidente della Conferenza dei Rettori (Crui), poco dopo l’annuncio della sua nomina. “In condizioni sicuramente complicate – ha aggiunto – cercherò di fare il massimo per il nostro sistema”.

“Buon lavoro a Gaetano Manfredi – scrive in una nota il M5s – Una nomina che dimostra come quest’esecutivo abbia a cuore l’Università e la ricerca come traino di sviluppo e cultura. Un importante riconoscimento alle università del Sud come avevamo richiesto”.

L’indicazione a ministro dell’università e ricerca di Gaetano Manfredi “deve essere uno dei motivi di onore per Napoli, per la Campania per il Sud”  ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

 “Non era scontato che accettasse di essere ministro in un momento così complicato. Ma Gaetano Manfredi è uomo di grande generosità, oltre che di elevato spessore umano e professionale. La sua nomina farà fare un salto di qualità alle nostre università e aiuterà nel processo di coesione territoriale che tanto auspichiamo. Abbiamo bisogno di personalità competenti, serie, mai sopra le righe, attente, e Gaetano Manfredi è la persona giusta per un dicastero fondamentale per lo sviluppo del Paese. Congratulazioni e in bocca al lupo!”. Lo dichiara Camilla Sgambato, responsabile nazionale Scuola e Ricerca del Pd.

 

Augurissimi al neo ministro da parte dello staff de ILMONITO

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]