G20: Race (Competere.Eu) all’agenzia di stampa cinese Xinhua: la dichiarazione di Matera è un primo passo

Condividi

Segnali promettenti dal rilancio del multilateralismo. Non possiamo più immaginare di avere paesi che vivono nel benessere assoluto e intere aree del mondo nella povertà

NARDONE

“I colloqui che hanno portato alla dichiarazione congiunta del G20 rappresentano  una fase importante del processo di ripensamento del sistema economico globale per aiutarlo a resistere meglio a eventi come quello della pandemia di coronavirus.
Questo è solo un primo passo, ma ci sono alcuni segnali promettenti a partire dal rilancio del multilateralismo.”

Lo ha dichiarato il segretario generale del think tank Competere.Eu Roberto Race intervistato da Xinhua,  la maggiore e più antica delle due agenzie di stampa ufficiali della Repubblica Popolare Cinese. Race è anche dal 2016 tra i membri italiani del B20, il business forum del G20.
Race è stato intervistato sull’adozione della “Dichiarazione di Matera”, con la quale i Ministri degli Esteri e dello Sviluppo del G20 hanno invitato la comunità internazionale a mobilitarsi per costruire sistemi alimentari inclusivi e resilienti e così garantire a tutti un’adeguata nutrizione, al fine di raggiungere l’obiettivo “Zero Fame” entro il 2030.

“La dichiarazione- spiega Race- rappresenta solo un primo passo, seppur importante, per affrontare le grandi sfide legate alle ineguaglianze e alla lotta alla povertà nel mondo.
Le tre grandi sfide che ci attendono in questo momento storico, quella dell’emergenza Covid, quella del dramma migratorio e quella della transizione energetica, stanno aprendo gli occhi a tutti.
Non possiamo più immaginare di avere paesi che vivono nel benessere assoluto e intere aree del mondo nella povertà. Era inaccettabile prima e lo è ancor di più oggi.”

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]