Furto di farmaci all’Azienda Ospedaliera Moscati di Avellino

Condividi

Identificati due dei quattro autori del colpo

NARDONE

Alle prime ore dell’alba di ieri mattina, la  Squadra Mobile di Avellino in collaborazione  con la Squadra Mobile di Napoli, ha dato esecuzione  all’ordinanza  di custodia cautelare in carcere, emessa  dal GIP presso il Tribunale di Avellino, su richiesta della locale Procura della Repubblica,  a carico di due soggetti pluripregiudicati, di provenienza partenopea, responsabili di reati contro il patrimonio. La rapidità nell’esecuzione del colpo sin da subito aveva evidenziato che il gruppo di delinquenti costituiva un team esperto ed in forte sintonia, evidenziato anche dal fatto, documentato,  che  i criminali avevano compiuto  un sopralluogo due giorni prima del furto, avvenuto di domenica sera  intorno alle ore 20,00. Inoltre, l’organizzazione criminale aveva indotto a ritenere anche che, sicuramente, la refurtiva aveva già un ricettatore pronto ad acquistarla per poi commercializzarla  sul mercato estero.  La misura cautelare è il risultato  di un’attività investigativa, avviata a seguito del furto di medicinali oncologici,  per un valore di oltre 1.300.000 euro, perpetrato  da  quattro malviventi, nel febbraio 2019, presso la farmacia dell’Azienda Ospedaliera Moscati di Avellino. La complessa analisi del traffico telefonico, unitamente alle impronte digitali rilevate su alcune buste di plastica abbandonate all’interno della farmacia, nonché l’estrapolazione del DNA da tracce ematiche  lasciate dai malviventi su una finestra rotta per poter accedere all’interno dei locali,  hanno consentito  di individuare parte del gruppo criminale autore del furto.  Sono in corso ulteriori indagini al fine di individuare gli altri due componenti del sodalizio criminale.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]