Forio, “Vivere è…Riscoprire” Gran Galà del Festival della Vita il 3 settembre 2022 alle ore 21

Condividi
NAPOLI – Manca poco al Gran Galà del Festival della Vita avente in occasione della dodicesima edizione, quest’anno il tema Vivere è…Riscoprire“. La serata avrà luogo presso lo splendido sito di Forio Isola d’Ischia il prossimo 3 settembre 2022 dalle ore 21.
Il Festival della Vita è un appuntamento caro al territorio campano e a maggior ragione a quello casertano che ha visto nascere questa iniziativa del Centro Culturale San Paolo (CCSP) odv della Campania con l’ideazione e la direzione del dott. Raffaele Mazzarella ma fatta propria e promossa dal Centro Culturale San Paolo (CCSP) odv nazionale presieduto da don Ampelio Crema ssp.
La serata del 3 settembre 2022 oltre che dalla San Paolo edizioni è realizzato, dal Centro Culturale San Paolo odv, con la collaborazione di Fantasynapoli aps e il patrocinio del Comune di Forio. Si sottolinea il particolare interessamento all’evento del Sindaco di Forio che è anche Presidente ANCIM che si ringraziano.
Gli appuntamenti anche della XII edizione in corso sono periodici come dimostrano gli articoli proposti sulla nostra testata giornalistica e vedono, annualmente un appuntamento clou con il Gran Galà.
Per il 2022, come anticipavamo, sarà la splendida Forio Isola d’Ischia ad ospitare il gran galà per la Vita che si terrà sabato 3 settembre 2022 sul sagrato della Chiesa del Soccorso di Forio.
Come di consueto la manifestazione sarà presieduta da don Ampelio Crema ssp, e rientra nell’ambito della dodicesima edizione del Festival della Vita, progetto culturale che ha come finalità la difesa dell’umano percorso, attraverso convegni, tavole rotonde, focus, performance artistico musicali e culturali sul tema: Vivere è…Riscoprire“.
In vista dell’appuntamento ha dichiarato dott. Raffaele Mazzarella: “Il Festival della Vita vuole stimolare un’amicizia, divenendo così collaboratori gli uni degli altri, nel ritrovare il senso autentico della vita. Bisogna sognare in grande. Per non lasciare nessuno da solo è necessario promuovere quella fioritura umana di aristotelica memoria, tenendo conto che ogni essere umano ha il proprio potenziale, la propria cultura ma soprattutto, la propria identità che deve essere sempre tutelata e rispettata”.
Ha proseguito poi il Direttore artistico Gaetano Maschio, originario di Ischia: “Gioia ed emozione si fondono nel mio animo in questi giorni insieme a tanti bellissimi ricordi. Aver visto nascere questa stupenda realtà ed aver camminato accanto agli ideatori ed a quanti hanno dato fiducia a questa encomiabile iniziativa sin dal 2010, mi portano a compendiare in un’ unica frase i sensi del mio cuore: Benvenuto nella nostra Forio Festival della vita! È bello riscoprirci uniti alla luce dei tuoi messaggi!”.
Si riferisce, tra le altre cose, che presso la medesima location e nell’ambito della stessa programmazione, venerdì 2 settembre sempre alle ore 21 presso il Museo Civico Il Torrione di Forio si terrà l’evento “Ricordando Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh” – Riflessioni sul libro “Tsunami” romanzo postumo. Ne parleranno la moglie Tiziana Girardoni e il dott. Raffaele Marrarella.
L’evento del 3 settembre, visto anche il forte legame con il territorio in questione, si terrà nella più grande isola del golfo di Napoli e vedrà la partecipazione di Angelo Borrelli già capo Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei ministri, di Tiziana Giardoni che ricorderà il marito Stefano D’Orazio batterista storico dei Pooh (e Varis Casini Responsabile della Comunicazione Radio Televisive dei Pooh), dell’Artista Povia che terrà un concerto. Prima ancora del concerto di Povia sono da registrare le coreografie de “La compagnia della Danza” di Barbara & Claudia Castagliuolo e la sigla di apertura dell’Artista Elisabetta Maschio con al piano il Maestro Silvano Trani.
Durante la kermesse festivaliera condotta dal maestro Gaetano Maschio (Direttore Artistico del Festiva della Vita) saranno premiati: Francesco Del Deo sindaco di Forio al quale andrà il premio Ambasciatore del Festival della Vita 2022, il neo direttore di Famiglia Cristiana don Stefano Stimamiglio in occasione dei 90 anni del settimanale cattolico che riceverà il Premio Festival della Vita 2022 e sarà annunciato che domenica 16 ottobre, in occasione del primo ventennale della lettera apostolica Rosarium Virginis Mariae di Giovanni Paolo II sarà consegnato a padre Marco Vianelli direttore dell’Ufficio Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana per la Pastorale Familiare il premio Un amico per la vita…Mons. Pietro Farina. Particolarmente interessante, sostiene Raffaele Mazzarella ideatore e direttore del Festival della Vita è anche la presentazione del focus in materia di Diritti della persona, Bioetica e Grafologia: saperi a confronto per un benessere condiviso che sarà realizzato in alcune scuole superiori, e sarà presentato proprio nella terra isolana che custodisce la famosa Coppa di Nestore, reperto di straordinaria importanza, in cui è inciso il più antico frammento di scrittura alfabetica greca.
Saranno ancora presenti don Ampelio Crema e Raffaele Mazzarella, in funzione dei loro ruoli nell’ambito del Festiva della Vita,
Maggiori informazioni si rimanda alla pagina social https://www.facebook.com/Festival-Della-VITA-Caserta-275201639205223 e al sito http://www.festivaldellavita.it/ .

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]