Festival del cortometraggio Ettore Scola nel borgo di Trevico (Avellino) dal 17 al 20 settembre 2021

Condividi

in occasione del 90° anniversario della nascita del Maestro Scola

NARDONE

Concorsi – Workshop – Spettacoli con in palio 7000 euro di premi 

Il Festival è stato selezionato tra i progetti vincitori del bando SCENA UNITA finanziato da Cesvi, Scena Unita, MIH – Music Innovation HUB, La Musica Che Gira

«Amo ambientare le mie storie in ambienti angusti, in piccoli spazi, mi permette di stare più addosso ai miei personaggi e a quello che pensano.»

Ettore Scola

Ettore Scola
Ettore Scola

Il Festival del cortometraggio Ettore Scola, vincitore del bando “Scena Unita”, è dedicato al grande regista cinematografico italiano che nacque nel 1931 a Trevico, il borgo medievale irpino più alto del Mezzogiorno peninsulare.

Il Festival, organizzato da Remedia e con la direzione artistica di Francoantonio Nappi Daniele Acerra, comprende un nucleo centrale caratterizzato dal concorso – che si terrà nel borgo di Trevico dal 17 al 20 settembre 2021 – in cui registi, attori e maestranze, iscritti alla competizione da tutta Italia, si raggrupperanno in troupe e avranno a disposizione 72 ore per girare nel borgo di Trevico, e in zone limitrofe, e montare il cortometraggio. Il migliore verrà premiato il 30 settembre 2021.

Accanto al contest, si sviluppano attività collaterali di tipo formativo, divulgativo, teatrale e turistico che prevedono un ciclo di spettacoli per la rassegna Il Cinema a Teatro, curata e diretta da Il Demiurgo e dedicata a spettacoli teatrali a tema cinematografico; la mostra fotografica L’Irpinia al cinema, e workshop di sceneggiatura cinematografica con premiazione finale.

L’idea di fondo del Festival è quella di restituire centralità al borgo di Trevico – celebrato da Scola nel film Trevico-Torino. Viaggio nel Fiat-Nam, sull’emigrazione dei giovani meridionali verso le grandi fabbriche del Nord – realizzando un festival esperienziale che consenta a fruitori, troupe e appassionati di vivere il centro storico e partecipare al suo racconto, anche per favorire la diffusione della particolarità e della bellezza dei luoghi.

Pur essendo Trevico centrale nella narrazione, il progetto coinvolgerà anche altri borghi dell’avellinese, tra cui Gesualdo Lauro: il Festival del Cortometraggio Ettore Scola esporta dunque le sue mostre tematiche, alcuni workshop e alcuni spettacoli della sezione teatrale nei territori limitrofi.

«Dal 17 al 20 settembre Trevico diventerà una scenografia a cielo aperto per tutte le troupe che vorranno accettare la sfida – ha dichiarato Francescoantonio Nappi – 72 ore di contest cinematografico in cui dovranno ideare, realizzare e consegnare un cortometraggio. Diversi i premi che verranno assegnati, per un ammontare di 7mila euro. Sarà un festival interattivo e originale, che intende stringere un legame forte con il territorio e il pubblico».

«Il territorio diventa protagonista di un percorso, non solo cinematografico, ma anche narrativo – ha dichiarato Daniele Acerra –, un percorso che non investirà solo Trevico, ma anche Gesualdo e Lauro, tutte e tre saranno tappe del Festival, un modo per raccontare l’influenza che il cinema ha avuto su questo territorio. A fine mese, infatti, nel centro culturale Giuseppe Scola, si terrà anche il Workshop di sceneggiatura, articolato in quattro giornate, con un premio finale per l’allievo che avrà scritto la miglior sceneggiatura».

17- 20 Settembre | il Festival

La prima edizione del Festival intende attuare un coinvolgimento attivo degli artisti all’interno della vita della comunità, seppur per un breve lasso di tempo.

Registi, attori e maestranze, iscritti alla competizione, avranno a disposizione il centro storico di Trevico per girare i propri elaborati. Gli artisti si iscriveranno formando delle piccole troupe, ogni troupe iscritta parteciperà a un sorteggio che assegnerà loro un genere e una tematica e avrà a disposizione 72 ore (3 giorni) per scrivere, girare e montare il cortometraggio. Il conto alla rovescia parte dalla selezione di una scena di un film di Ettore Scola. Gli autori dovranno essere in grado di creare un prodotto che abbia attinenza con il film selezionato.

Ciascuna troupe partecipante potrà essere libera di sperimentare le potenzialità estetiche del borgo e Trevico sarà la scenografia di fondo di tutti gli elaborati in concorso. Ovviamente, al fine di favorire una dimensione nazionale del festival, non sarà obbligatorio girare a Trevico, ma a parità di punteggio la giuria favorirà, nella selezione, chi sceglierà di farlo. Inoltre, chi girerà a Trevico concorrerà a un premio ulteriore in denaro, dedicato al corto che meglio racconta il borgo.

Al termine delle riprese e del montaggio, i cortometraggi verranno caricati sulle piattaforme social del progetto e il pubblico voterà il corto preferito. Al termine dei lavori verranno assegnati due premi in denaro: uno consegnato da una giuria tecnica, l’altro assegnato dal pubblico.

L’attività di sorteggio avrà luogo il 17 Settembre 2021, gli artisti potranno consegnare i loro elaborati entro il 20 Settembre. Il 30 Settembre, infine, i cortometraggi verranno premiati durante una serata dedicata, proprio a Trevico. Qui verranno proiettati il corto vincitore e i corti oggetto di menzione speciale.

Ogni troupe, inoltre, avrà a disposizione delle pillole video in cui il regista racconterà l’idea che ha sviluppato e le modalità di realizzazione. La pillola verrà pubblicata e costituirà materiale informativo in grado di aiutare il pubblico social a scegliere.

17- 20 Settembre | i Premi

Verranno ammesse a partecipare 10 troupe precostituite, scelte sulla base di curriculum, lettera motivazionale e precedenti lavori inviati in fase di richiesta di iscrizione.

La giuria tecnica è composta composta da:

Simona Franco e Daniele Acerra, sceneggiatori cinematografici professionisti diplomatisi al Master di II livello in sceneggiatura cinematografica dell’università di Padova,

Francescoantonio Nappi, direttore artistico del festival,

Francesca Romana Bergamo, attrice campana che sarà diretta da Steven Zaillian (premio Oscar per la sceneggiatura di Schindler’s List) e reciterà al fianco di Andrew Scott in un progetto internazionale,

Corrado Piscitelli, technical director presso Mad Entertainment e direttore tecnico del pluripremiato lungometraggio La gatta Cenerentola.

I premi assegnati saranno:

1. Miglior cortometraggio (a giudizio insindacabile della giuria), premio in denaro di € 2.500,00

2. Premio speciale del pubblico (assegnato sulle piattaforme online del progetto), premio in denaro di € 2.500,00

3. Premio speciale della giuria per l’idea più originale e innovativa, premio in denaro di € 1.000,00

4. Premio speciale della giuria per il cortometraggio che meglio ha saputo raccontare e valorizzare il borgo, premio in denaro di € 1.000,00

5. Menzione speciale per la miglior regia

6. Menzione speciale per la miglior sceneggiatura

7. Menzione speciale per il miglior attore

8. Menzione speciale per la miglior attrice

I 4 premi in denaro sono teoricamente cumulabili.

dal 10 al 30 settembre | le attività collaterali del Festival:

la rassegna teatrale| la mostra fotografica | il workshop

Dagli spettacoli dedicati a cineasti e registi fino a mostre tematiche, visite teatralizzate e workshop, il borgo sarà sede di altre manifestazioni legate al cinema, che costituiranno il ramo collaterale del Festival.

La rassegna teatrale Il Cinema a Teatro, curata e diretta da Il Demiurgo, è dedicata a spettacoli teatrali a tema cinematografico e prevede:

11 e 12 Settembre – Aldiqualdilà (Castello di Gesualdo) – dedicato alla Divina Commedia e alla Commedia dell’Arte, già omaggiata da Scola in Il viaggio di Capitan Fracassa

26 Settembre – Sogno di Una notte di mezza estate (Castello Lancellotti di Lauro) – la commedia di Shakespeare più soggetta a riduzioni cinematografiche (la seconda opera in assoluto, dopo Romeo e Giulietta) viene proposta in una modalità di contaminazione regionale, ovvero ambientata nella Napoli del Settecento

30 SettembreRacconti Cinematografici in note – musica, monologhi e performance a tema cinematografico in scena nella serata conclusiva del Festival (Trevico)

La mostra fotografica permanente, L’Irpinia al cinemache verrà allestita per tutta la durata del progetto, offrirà agli spettatori un doppio percorso attraverso l’esposizione di locandine e foto di scena. La prima parte vede l’Irpinia protagonista, con riferimento ai film girati nel territorio, riferimenti testuali e approfondimenti sulle star coinvolte, mentre la seconda parte si focalizza su Ettore Scola.

La mostra sarà visibile attraverso un semplice tour, ma verrà realizzato, anche in rispetto dei vigenti protocolli di sicurezza Sars-Covid19, un tour multimediale, fruibile a distanza o in loco grazie alla tecnologia digitale del QR code, ricco di contenuti speciali e aggiuntivi.

Il Festival offre anche la possibilità di iscriversi a un workshop di sceneggiatura cinematografica, tenuti dai docenti Simona Franco e Daniele Acerra, in cui si apprenderanno le regole e le tecniche di base della scrittura cinematografica. Si articola in 4 lezioni per un totale di 18 ore e si svolgerà dal 27 al 30 settembre presso il borgo di Trevico.

La sceneggiatura più interessante verrà premiata con un premio in denaro di 1.000,00 euro e sarà affidata alla troupe vincente del Festival per essere girata, con un budget di 3.000,00 euro.

Organizzazione del Festival | Remedia srl | www.remedia.events

Remedia srl è una start up innovativa che opera nel campo della cultura occupandosi di servizi aggiuntivi nel campo della filiera culturale. Nel corso degli anni questa società, pur essendo ancora giovane, ha già preso parte a importantissimi progetti. I festival sono l’habitat naturale, poiché consentono di lavorare alla fase creativa, progettuale e materiale, e permettono di portare avanti quell’idea di contaminazione e rimediazione tra arti diverse e diverse forme di narrazione che contraddistingue da sempre il loro operato.

Partner

Il Demiurgo srls | www.ildemiurgo.it

Nassau Cantiere di Pirateria Teatrale www.facebook.com/nassaucantieredipirateriateatrale

Feir – Teatro ed eventi | www.facebook.com/Feirteatro

Il Festival è stato selezionato tra i progetti vincitori del prestigioso bando SCENA UNITA, finanziato da CesviScena UnitaMIH – Music Innovation HUBLa Musica Che Gira

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]