Equo Music Day – La musica che unisce popoli e culture

Condividi

Martedì, 20 luglio 2021, alle ore 20:30, l’Anfiteatro San Pietro ospiterà, con ingresso libero fino a esaurimento posti – causa normative COVID -19 ‒, la serata-evento intitolata “Equo Music Day – La musica che unisce popoli e culture”, promossa dalla Cooperativa Sociale Etnos con il partenariato di SAI Sistema Accoglienza Integrazione e Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta.

NARDONE

Una serata all’insegna dell’integrazione e della valorizzazione del territorio, pensata per unire i popoli e le culture attraverso l’arte della musica. Infatti, essa stimola la nostra consapevolezza interiore, migliora l’umore e accresce il nostro benessere. La musica unisce i popoli, tramanda tradizioni, racconta storie.

Un proiettore spezzerà la distanza geografica e offrirà, attraverso un collegamento via Skype, le parole di chi, dall’altro lato del mondo, cerca di raccontarsi per trasmettere barlumi di conoscenza; interverranno anche i ragazzi di Oltremare, Casa Nostra e Un Mondo a Colori, Centri Accoglienza Minori Stranieri non Accompagnati con i racconti delle proprie origini. Ragazzi che vogliono condividere la propria esperienza e tentano di abolire preconcetti ancora esistenti.

Ancora, il medesimo proiettore lascerà partecipare don Antonio Mazzi, padre della Fondazione Exodus, il quale ci parlerà di “Pronti, via!”, il progetto psico-socio-educativo rivolto a minori sottoposti a misure restrittive da parte dell’Autorità Giudiziaria.

L’evento è caratterizzato da musica dal vivo con svariate band locali, e si arricchisce di uno spazio apposito per bambini, protetto da animatori.

Ad aprire il sipario saranno Alfonso Grillo e Roberto Gallà, mentre come ospiti speciali ci saranno I Fusibili: Cristian Abbate e Salvatore Iacono.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]