Emergenza Incendi: Forza Italia chiede stato emergenza per regioni Sud, governo riferisca in parlamento

Condividi

Roma, 12 lug. – Dichiarazione congiunta degli onorevoli Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, e Paolo Russo, deputato di Forza Italia e coordinatore azzurro della città metropolitana di Napoli:

NARDONE

“Il Sud, la Campania, la Sicilia stanno bruciando. Da giorni ormai molte regioni del Mezzogiorno vivono un’emergenza incendi perenne, con altissimi rischi per la salute e per la sicurezza delle popolazioni e dei territori.

In questo scenario, purtroppo, emerge prepotentemente l’impreparazione delle amministrazioni regionali, tutte di sinistra, non in grado di curare adeguatamente interi pezzi di Paese e mettere in pratica una prevenzione sostenibile e fruttuosa. Emerge inoltre l’abbandono da parte del governo nazionale del Sud, nonostante finte promesse e propaganda da quattro soldi.

In questa situazione stiamo vedendo come l’assenza del Corpo Forestale dello Stato – inspiegabilmente smantellato negli ultimi anni, altro regalo avvelenato che ci lasciano in eredità i mille giorni di Renzi – si stia rivelando decisiva, in negativo. E i soccorsi tutti, nonostante l’abnegazione e il valoroso impegno, non sono in grado, per mancanza di mezzi e di personale, di far fronte a disastri di questa entità.

Sosteniamo quanto chiesto dai parlamentari campani di Forza Italia, affinché il governo dichiari subito lo stato di emergenza in Campania e nelle regioni del Sud colpite.

Chiediamo, inoltre, un’informativa urgente, ad horas, del governo e del ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti – che in queste ore si trova nella zona del Vesuvio e che annuncia il possibile intervento dell’esercito – affinché venga fatta luce, in Parlamento e davanti al Paese, su questa ennesima e inspiegabile emergenza annunciata”.

 

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]