Emergenza coronavirus, la proposta del sindaco di Ottaviano: “Chiudere tutto a Pasqua e Pasquetta ma poi aprire gastronomie con consegna a domicilio”

Condividi

“Ho chiesto all’Anci di proporre alla Regione la chiusura dei supermercati il giorno di Pasqua e Pasquetta in tutto il territorio della Campania. In questo modo potremmo consentire ai lavoratori di riposare, dopo giorni di stress e tensione dovuta alle circostanze difficili in cui operano, e potremmo evitare possibili assembramenti, dovuti ad acquisti “last minute” di cui non c’è assoluto bisogno”. È la richiesta del sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, che è anche consigliere nazionale dell’Anci (Associazione nazionale dei comuni italiani).

NARDONE

Prosegue Capasso: “È importante che a chiudere sia l’intera Regione e non un singolo Comune, perché i cittadini potrebbero decidere di violare le disposizioni e andare a spendere in un’altra città, aggravando ancora di più la situazione”.

Il sindaco, inoltre, ha proposto all’Anci la riapertura di alcuni esercenti che si occupano di food subito dopo Pasqua: “Ho chiesto che gastronomie, pizzerie, girarrosti, rosticcerie, pasticcerie e esercizi simili possano riaprire e fare la vendita con la consegna a domicilio. Naturalmente tutto ciò dovrà avvenire in piena sicurezza e nel rispetto delle norme per prevenire il contagio, ma bisogna trovare il modo di far ripartire i piccoli commercianti, finora eccessivamente penalizzati da questa emergenza” .

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]