Elezioni comunali a Pompei, il Movimento popolare campano sostiene la candidata sindaco Andreina Esposito

Condividi
Pompei, 6 mag. – “Non mi sono mai seduta e mai accomoderò al tavolo dei potenti che mirano unicamente alla spartizione dei milioni di euro in arrivo a Pompei”. Lo ha detto la candidata sindaco di “Pompei nel Cuore”, Andreina Esposito incassando il sostegno del Movimento Popolare Campano durante un incontro pubblico che si è svolto questa mattina, all’Hotel Amleto.
Il senatore Pietro Langella, leader e fondatore della formazione politica centrista, ha spiegato la scelta come un atto di amore verso la cittadina mariana, perché “Andreina Esposito è la donna giusta al momento giusto, in quanto ha carattere, è politicamente competente e capace di fare sintesi”. “Ti attende – ha affermato il parlamentare vesuviano, rivolgendosi alla pediatra aspirante prima cittadina – un compito non facile: quello di ricostruire la fiducia verso la classe dirigente della città”. Langella ha poi fatto gli auguri a tutti i giovani alla prima esperienza politica che hanno accettato la sfida di mettersi in gioco: “so che non è facile, ma sono altrettanto consapevole del fatto che il loro impegno è fondamentale”.
Alla conferenza hanno preso parte gli aspiranti consiglieri del Movimento Popolare Campano: Amato Lamura, già consigliere e assessore (“i tempi sono maturi per un sindaco donna”), Attilio Adami (“ho fatto una precisa scelta di campo a sostegno della coalizione”) e Assunta Nozzola (“siamo stanchi vogliamo fatti e non parole”).
Le conclusioni sono state affidate alla candidata sindaco, Andreina Esposito: “Faccio parte – ha esordito – di quella schiera di pompeiani autentici ai quali sta a cuore la sorte di questa città mai caduta così in basso. Sono spinta dalla voglia di mettermi al servizio dei cittadini. Non sarò il sindaco dei compromessi”.
“Come pediatra – ha concluso – conosco da vicino il disagio e la sofferenza di tante famiglie e dei bambini. Quando penso a loro non riesco a trattenere la tenerezza ma anche la rabbia nei confronti di chi ha avuto responsabilità di governo e ne ha ignorato i bisogni. Con noi sarà diverso: lavoreremo tutti i giorni per invertire questa deriva con trasparenza e onestà. E tutto quello che arriverà lo condivideremo con i cittadini”.

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]