Elezioni 2022. Vittoria del centrodestra: gli Italiani hanno dato un segnale chiaro

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

La sinistra è sconfitta e il Movimento cinque stelle vince al Sud grazie al reddito di cittadinanza. Ma la vera vittoria è di Fdl che dalle poche percentuali del 2018 ora è il primo partito in Italia.
“Il centrodestra ottiene una evidente maggioranza (44%) Fdi vola oltre il 25%, tiene bene Forza Italia, cede la Lega. La coalizione di centrosinistra si ferma intorno al 26%. Risultato molto deludente per Carlo Calenda e Matteo Renzi. I grillini superano il 15%. Cresce ancora l’astensionismo: hanno votato appena sei aventi diritto su 10.”
Maurizio Belpietro, direttore de La Verità

“Saremo una forza di opposizione che esprimerà tantissimo coraggio e tanta determinazione. Le scelte del PD hanno compromesso la campagna elettorale”.
Giuseppe Conte, Movimento cinque stelle
Di Maio sconfitto non entrerà in Parlamento e la Carfagna ha raggiunto un misero 7%.
Sicché se vogliamo fare i conti dal punto di vista delle realizzazioni pratiche dei postulati della democrazia, la democrazia reale si è realizzata con la vittoria del centro destra con maggioranza di Fdl. Ed è una vittoria significativa perché tocca i vari punti del territorio italiano.
“A differenza di Fdi, la Lega paga un prezzo per aver governato in un governo di unità nazionale reso necessario dalla crisi pandemica. Da questo risultato può avviare un percorso di rifondazione”
Annalisa Chirico, giornalista e scrittrice

“Queste elezioni dimostrano un’altra cosa: l’informazione mistifica la realtà. A sentir loro Draghi era dio in terra e gli italiani lo idolatravano. Beh, con il voto (e anche con l’astensione) il popolo ha detto l’esatto contrario!”
Luigi Bobbio, magistrato e già senatore della Repubblica

Inoltre…
“Iniziamo la nuova legislatura con una platea ridotta di un terzo. Cambiamo completamente le dimensioni. Questa diminuzione dei parlamentari è stata fatta sulla scia di un’onda populista”.
Augusto Minzolini, direttore de Il Giornale

“Potrebbe essere la volta buona che ci leviamo definitivamente dalle palle il PD, ossia il partito-Stato, la cricca più forte e autenticamente fascista e autoritaria delle aree italiche.
Ho pensato la stessa identica cosa nel 2018.”
Marco Bassani, storico

“Lasciano un’’Italia in macerie al futuro Governo di  Centro destra. Ci vuole coraggio ora per prendere il timone.”
Antonio Socci, giornalista e scrittore

Il nuovo Governo dovrà dare una soluzione stabile alla questione della centralità “moderna” dell’economia, dello spostamento del baricentro dell’intera vita sociale nella sfera dei rapporti economici internazionali.
E un’attenzione particolare al Sud il cui sviluppo appare distorto perché è stato perseguito con criteri assistenzialistici, senza tenere conto di uno sviluppo integrale.

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.