Eda e Ato Acqua, i Moderati rivendicano le presidenze degli enti strumentali, Crisci: Mirra deve dimettersi dalla presidenza dell’Eda Rifiuti

Condividi

Santa Maria Capua Vetere – “L’importante risultato registrato in occasione delle elezioni provinciali appena celebrate, impone delle riflessioni anche in seno all’Ente d’Ambito dei Rifiuti, ad oggi presieduto dal sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Antonio Mirra, e, allo stesso modo, all’interno dell’Eic distrettuale il cui coordinatore (in quota PD) è Franco De Michele”

A parlare è Pasquale Crisci (Moderati), neo eletto consigliere della Provincia di Caserta.

“I Moderati hanno dimostrato di essere la forza maggioritaria è più rappresentativa in Provincia e, pertanto, meritano responsabilità piena nella guida delle strutture sovracomunali. In particolare, poi, il fatto che Mirra sia sceso in campo contro l’area Moderata che lo ha sostenuto, e le numerose e strumentali polemiche di cui si è reso protagonista nel corso della campagna elettorale delle provinciali, hanno reciso in maniera sensibile il rapporto di fiducia che, al tempo, aveva spinto i Sindaci dell’area moderata ad eleggerlo quale Presidente dell’EDA Rifiuti della Provincia di Caserta.

Chiediamo, quindi, le dimissioni del Presidente Mirra, rimarcando che, se ciò non dovesse avvenire, chiederemo ai nostri rappresentanti in seno all’Eda di disertare le future assemblee d’Ambito”, conclude Crisci, consigliere più votato alle elezioni di sabato scorso.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]