‘Eccellenze nolane’, dal campo alla tavola Orti sociali col Pomodoro San Marzano

Condividi

Napoli, 10 giu. – E’ una sfida all’esaltazione e al recupero di sapori e tradizione quella di ‘Eccellenze nolane’, nuovo topic brand che rilancia il Pomodoro San Marzano dell’agro sarnese-nocerino.

NARDONE

Coinvolgendo giovani ed imprenditori del territorio nolano, ‘Eccellenze’ punta alla rivalutazione dell’agricoltura nostrana, educando al rispetto del culto della buona terra. In collaborazione con ‘Pizza Gallery’ ed altri imprenditori, fiore all’occhiello della ristorazione nolana, la società cooperativa agricola a trazione giovanile, porta in tavola i sapori di una volta, spesso accantonati dalla popolazione autoctona.

Venti ettari di terra tramutati in vetrina sperimentale per la coltivazione del Pomodoro San Marzano nell’area nolana, coinvolgono in un nuovo progetto gastronomico-culturale, etica ed identità della persona.

A diventare coltivatori diretti degli istituiti Orti Sociali, sono i ragazzi della UILDM, Unione italiana lotta alla distrofia muscolare. L’iniziativa permette ad ognuno di coltivare i prodotti dell’orto, contribuendo a scoprire competenze e creare risorse e ricchezze economiche sui nostri territori.

La terra è un valore da restituire alle nuove generazioni, per questo in un’ottica non speculativa, ma educativa, nasce la campagna ‘Fatti l’Orto’. Come funziona? In un campo di Cimitile messo a disposizione degli utenti dietro consenso e adesione, su 100 Mq per 4 mesi, esperti coltivatori vi renderanno autonomi nel prendervi cura personalmente del vostro orto. E non finisce qui…i prodotti della terra vengono in alternativa consegnati direttamente a casa vostra, a Km 0, secondo stagionalità e gusto.

Il San Marzano DOP che ha trovato la sua massima espressione nell’elaborazione finale di un prodotto simbolo del Made in Naples, viene proposto alla clientela presso il Punto Assaggio Eccellenze Nolane in via Mario De Sena, Nola.

loading...

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.