EAV: tre i siti inseriti nei percorsi della IV edizione di “Open House Napoli”. il festival internazionale dedicato all’architettura

Condividi

L’EAV, Ente Autonomo Volturno, ha aderito alla manifestazione internazionale “Open House Napoli”, il festival dell’architettura, giunto alla IV edizione, che apre le porte di luoghi di straordinario interesse architettonico e culturale della città di Napoli. Nel programma delle visite guidate gratuite sono stati inseriti tre siti EAV, ovvero, il Nodo Trasportistico di Scampia ed i cantieri di Miano e Monte Sant’Angelo.
In sintonia con lo spirito dell’iniziativa nata“per coinvolgere i cittadini e far comprendere quanto una migliore progettazione degli spazi urbani influisca sulla qualità della vita”,Eav organizzerà le visite guidate presso il nodo trasportistico di Scampia, puro esempio di sinergia tra arte, ecologia e sviluppo territoriale che potrà essere visitato, sabato 1° ottobre, alle ore 10.00. Inoltre, potranno essere visitati i cantieri della Bretella di Monte Sant’Angelo e di Miano che verranno aperti per consentire ai visitatori di conoscere il valore dell’impegno e del lavoro dell’Ente Autonomo Volturno nell’adeguare l’infrastruttura trasportistica regionale alle esigenze di mobilità dei cittadini. Presso i due cantieri, le visite si terranno sabato 1° ottobre con due turni, e precisamente, alle ore 10.30 ed alle ore 11.45. A ciascun tour potrà partecipare una delegazione di 15/20 persone, previa prenotazione obbligatoria da effettuare esclusivamente sul portale ufficiale di Open House.
Per aderire, gratuitamente, all’iniziativa occorre effettuare la registrazione al link [https://www.openhousenapoli.org/location/registrazione.php] , visualizzare il programma degli eventi e selezionare il sito di proprio interesse. I visitatori verranno accompagnati dai volontari di Open House che verranno supportati dal personale Eav, Sezione NIRF, Nuovi Investimenti Rete Ferroviaria.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]