EAV – lo stato dell’arte sulla Linea 7

Condividi

Il primo tratto della linea da Monte Sant’Angelo a Soccavo, dove c’è lo scambio con la Circumflegrea, è ultimato
al 95%.
Negli ultimi due anni sono stati fatti grandi passi in avanti, da quando EAV è subentrata nella gestione dell’appalto alla Struttura Commissariale e Webuild (oggi la più grande impresa di costruzioni italiana) è subentrata ad Astaldi.
La nuova stazione di Monte Sant’Angelo si avvia all’apertura entro il primo semestre del prossimo anno. La costruzione è pressoché terminata salvo alcune parti degli impianti di alimentazione elettrica e dei sistemi di controllo accessi che risentono di gravi ritardi sulle forniture causati dagli eventi internazionali bellici ed economici in corso.
Entrambe le forniture dovrebbero essere disponibili entro il corrente mese di Dicembre.
A novembre si avvierà anche l’operazione di trasloco della seconda opera dell’artista Kapoor dal piazzale ex Coop al secondo ingresso della stazione al viale Traiano.
Subito dopo inizieranno le ultime operazioni d’installazione degli impianti e l’avvio dei collaudi con gli ispettori dell’Agenzia di controllo Ansfisa.
Per la stazione di Parco S. Paolo sono in corso le attività di costruzione delle strutture principali che per l’elevato numero e la loro complessità esecutiva richiedono macchinario speciale e la necessità di particolari misure di sicurezza. Allo scopo di attenuare i disagi verso il quartiere con la liberazione di aree e comprimere quanto possibile i tempi dedicati a queste operazioni, EAV sta avviando delle interlocuzioni con il Comune di Napoli per richiedere il permesso ad allungare le giornate lavorative fino alle ore 22.
La restante parte della linea è stata progettata fino alla nuova localizzazione della stazione di via Terracina, ora più vicina all’ospedale San Paolo. E’ in corso la conferenza di servizi la cui chiusura è prevista nei prossimi 45 giorni e ad esito della stessa saranno avviate le attività di cantierizzazione.
Per il prosieguo oltre Terraccina sono in corso approfondimenti strategici con la Regione Campania ed il Comune di Napoli.

 

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]