Due persone arrestate dalla Polizia di Stato al termine di un’attività d’indagine contro lo spaccio di droga

Condividi

Gli arresti eseguiti in Castellammare di Stabia e Gragnano

NARDONE

Una capillare indagine condotta dalla Polizia di Stato contro il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha consentito al GIP del Tribunale di Torre Annunziata, di emettere un’Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere nei confronti di due persone responsabili, in concorso tra loro, di detenzione e spaccio di droga.

Gli agenti del Commissariato di P.S. di Castellammare di Stabia, grazie ad una articolata indagine, rinsaldata dall’utilizzo di apparecchiature tecnologiche, nonché servizi di appostamento e pedinamenti, hanno portato alla luce il modus operandi di un giovane 33enne di Castellammare di Stabia e del suo complice, un 47enne di Gragnano.

L’attività di spaccio avveniva, prevalentemente, all’interno dell’edilizia popolare in Gragnano (NA) alla Via Ogliara che, per la sua conformazione geografica, ha reso particolarmente complessa l’attività investigativa.

I poliziotti oltre ad effettuare svariati sequestri di dosi di stupefacente, del tipo cocaina e marijuana, sono riusciti a cristallizzare l’illecita attività di spaccio.

I due spacciatori, dopo aver preso accordi telefonici con gli acquirenti, fissavano gli appuntamenti all’interno delle cd. “palazzine” di Via Ogliara, ove avveniva lo scambio droga-soldi.

Gli innumerevoli appuntamenti hanno consentito di acclarare come il sistema fosse ormai collaudato da tempo.

Gli agenti del Commissariato di P.S. Castellammare, collaborati da personale della Squadra Mobile e dagli agenti del Commissariato di P.S. Pompei, con il prezioso ausilio della sezione Cinofili dell’Ufficio Prevenzione Generale, stamane, hanno arrestato G.N. di 33 anni e E.S. di 47 anni, entrambi con precedenti specifici. 

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]