Domenica 25 settembre 2022, Maschio Angioino di Napoli “Vipera” di Maurizio de Giovanni

Condividi

Ancora una volta il commissario Ricciardi sarà costretto a muoversi tra i gironi infernali dell’animo umano per dare un volto e un nome all’assassino del Paradiso.

La Napoli degli anni ’30, il colore dei vicoli, il tepore della primavera, il profumo del mare e dei fiori faranno da sfondo, nell’affascinante cornice del Maschio Angioino di Napoli, all’adattamento teatrale di Vipera di Maurizio de Giovanni per la regia di Annamaria Russo, in scena domenica 25 settembre 2022 alle ore 21.00 nell’ambito di Estate a Napoli 2022.

L’allestimento presentato da Il Pozzo e il Pendolo Teatro, dichiaratamente fra i più amati dallo scrittore partenopeo, vedrà interpreti in scena Rosaria De Cicco, Salvatore Catanese, Paolo Cresta, Marianita Carfora, Sonia De Rosa, Alfredo Mundo, Gennaro Monti, Marco Palumbo, Emanuel Mauriello, Enzo Grimaldi, alla fisarmonica Enzo Grimaldi e Nino Conte.

“Più che la replica di uno spettacolo amato – sottolinea Annamaria Russo – il 25 settembre è un appuntamento atteso da mesi, per brindare alle paure scampate, agli incontri belli che ritornano, ai cuori, che, quando battono all’unisono, creano sonorità straordinarie. La scrittura di de Giovanni ha una caratteristica rara: le parole si staccano delle pagine, i personaggi e gli scenari diventano tridimensionali, reali e le storie ti fagocitano”.

E’ la primavera del 1932, Pasqua è alle porte, e in una delle stanze del Paradiso, il bordello più famoso di Napoli, viene trovata morta Maria Rosaria Cennamo, in arte Vipera, la prostituta che fa sognare tutti gli uomini della città, ma che solo pochi possono avere.

Al commissario Ricciardi, che ha il dono terribile di vedere i morti e ascoltare le loro ultime parole, il fantasma di Vipera ripete: “il frustino, il mio frustino”.

Intorno al cadavere della prostituta più bella di Napoli, come sempre, una folla di personaggi mossi dai due sentimenti che sono all’origine di ogni delitto: l’amore e la fame.

Il commissario dagli occhi verdi cerca di orientarsi tra la nebbia dei sospetti, e, mentre tenta di ricomporre i tasselli di un mosaico scompaginato e ricostruire una storia di morte, la vita lo assedia con il suo ritmo incessante.

La quotidianità, i sentimenti, la passione, l’amicizia, il dolore incalzano Ricciardi. Pur nell’urgenza di fare chiarezza, seguendo il messaggio sibillino consegnatogli dal fantasma di Vipera, il commissario continua inevitabilmente a inciampare nel percorso accidentato della sua vita.

I biglietti possono essere acquistati direttamente sul luogo dell’evento, a partire dalle 20.30 del giorno stesso, salvo disponibilità dei posti, online al link bit.ly/PozzoPendolo_MaschioAngioino e nei punti vendita indicati al link etes.it/retailers/find.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]