Domani il Premio Masaniello al Sannazaro

Condividi

Domani, sabato 28 settembre 2019, alle ore 20,00, al Teatro Sannazaro, organizzata dall’AIGE, si svolgerà la XIV Edizione del Premio Masaniello Napoletani Protagonisti 2019.

Tema di quest’anno “Le meraviglie dell’Antiquariato”. I premiati, scelti dalla Giuria composta da: Pietro Lignola, Presidente di Corte di Appello, Tullia Passerini Gargiulo antiquaria del 900, Annamaria Giullini archeologa, Franco Lista architetto ed Enzo De Simone poeta, sono:

Gaetano Bonelli, Ernesto Bowinkel, Paolo Iorio, Antonio Lebro, Annamaria Mignogna, Vincenzo Porcini, Carlo Regina.

Per il tema ciclico, “Napoli infinitamente Napoli”, i premiati sono: Jun Aoki, Anna Maria Bozza, Luigi Di Fiore, Cristina Donadio, Olga De Maio e Claudio Lupoli, Francesca Marini, Fabiana Perna.

La serata avrà numerosi momenti spettacolari curati dalla regia di Sasà Imperatore.

Linda Airoldi, Dominga Andrias, Bruno Caricchia, Chiara Cusano, Ginevra e Virginia De Masi, Flavio Fierro, Federica e Giacomo Colletti della Flowing Arts Dance Company, Eleonora Migliaccio, Federica Renzullo, Antonio Riscetti, Silvestro Russo, Martina Vollero gli aristi che si esibiranno.

Prenderanno inoltre parte alla manifestazione la stilista Angela Greco e le allieve dell’Istituto Isabella d’Este Caracciolo.

A presentare la serata sarà, come sempre, Lorenza Licenziati.

Il Premio Masaniello – Napoletani Protagonisti rappresenta, ormai, un appuntamento consolidato della cultura partenopea. La sua assegnazione intende interpretare, salvaguardare, assimilare e consolidare il patrimonio storico ed artistico del nostro territorio e della nostra comune civiltà.

Nella sua interezza, il Premio, si regge su storie vere, raccogliendo dimensioni sociali, morali ed emotive. Canalizza, tassello dopo tassello, una più vasta opera di rivisitazione di fatti, di creazioni avvenute nello scorrere del tempo. Rivela una discreta corrispondenza tra attori e scopritori. Porta alla ribalta protagonisti spesso poco noti o conosciuti a mondi ristretti.    

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]