Disinformazione e stronzate della campagna elettorale napoletana : l’ ingegnere juventino e l’ avvocato del popolo . Seconda parte.

Condividi

Comincia ad avere contorni piu’ nitidi la campagna elettorale del sindaco della citta’ metropolitana di Napoli. La frantumazione attuale dell’area di sinistra registra due seri punti critici: il primo riguarda l’ing. G. Manfredi che chiude il campo delle trattative con una frase a dir poco offensiva verso il candidato civico di sinistra  Antonio Bassolino e il secondo e’ il flirt tra Vincenzo De Luca e il candidato civico di destra Catello Maresca. Durante la conferenza stampa il candidato senza tessere del partito democratico e del movimento cinquestelle voluto fortemente dal segretario Marco Sarracino ha pronunciato queste parole verso Antonio Bassolino: “Grande rispetto per lui ma non faccio appelli o trattative”.La risposta dell’ex sindaco ed ex presidente della regione non ha tardato ad arrivare: “Come ti permetti?”. Ed in effetti lo scivolone e’ stato imbarazzante.

NARDONE

Tutto pero’ ha un senso se si intercettano le amorose corrispondenze tra il magistrato in aspettativa e il governatore che sognano per via stampa un futuro roseo insieme. Dalla corte autorevole dell’ ing. juventino pare sia stato allontanato dallo stesso Bonavitacola, braccio operativo deluchiano di stirpe pura salernitana, anche Sergio D’ Angelo a causa delle vecchie offese rivolte al governatore per la gestione del lockdown ma probabilmente si tratta solo di una scusa.

L’ unica donna in campo sembra restare, ma ancora per poco, la nipote del senatore Sandro Ruotolo, eletto in una suppletiva grazie al famoso tradimento dell’ uomo immagine dei grillini Roberto Fico consumato ai danni del  candidato Luigi Napolitano, la superassessora dei vigili urbani Alessandra Clemente che stamattina ha dichiarato di porsi come alternativa al Governo Draghi. La frase potrebbe sorprendere ma in realta’ non e’ affatto campata in aria perche’ si sara’ autoinvitata ad accogliere l’ex premier battezzato nostalgicamente dai social “presidente” il prossimo martedì. Giuseppe Conte lancera’ il nuovo soggetto politico direttamente da Napoli, e nel bel mezzo di una campagna elettorale caotica e confusa. Un ingegnere e un avvocato per il nuovo Movimento 5 stelle sembrano una buona idea anche all’ assessora Clemente per trovare una identita’ politica mai avuta e anche una nuova poltrona. Cio’ che lascia perplessi i campani e’ la tiepida reazione del governatore De Luca che non ha mai fatto mancare le sue critiche a Giuseppe Conte sulla gestione della pandemia e ai grillini per qualsiasi loro azione politica mentre adesso si discute in giunta addirittura dell’ assegnazione di un assessorato alla consigliera pentastellata Valeria Ciarambino, insomma in questo modo la sua credibilita’ politica viene messa davvero a dura prova.

Nel frattempo nel fantastico mondo del demagogico De Magistris si operano nomine in cda per tempi superiori al suo mandato e senza curarsi di una citta’ fuori controllo invia bombe a mano a Maresca e autopromuove la sua candidatura come presidente della regione Calabria.

 

 

loading...

Rosa Criscuolo

Legale , giornalista , membro del comitato radicale italiani . È' stata opinionista radio e TV . Vive tra Napoli e Roma. [email protected]