Design responsive, l’ultima frontiera del mondo dell’intrattenimento

Condividi

La rivoluzione tecnologica ha caratterizzato tutti i settori, da quelli produttivi a quelli dell’intrattenimento. Ogni aspetto della nostra vita è stato digitalizzato e tutte le abitudini traslate online. Perché la tecnologia, grazie alle sue innovazioni, ha semplificato molti aspetti. Il mondo del gambling non è esente da questa rivoluzione, anzi. Il modo di giocare è cambiato radicalmente grazie all’esplosione del settore online, frutto delle incredibili migliorie tecniche apportate ai giochi.

Basti pensare a provvedimenti come il passaggio dalla grafica in 3D al 4K, dallo streaming obsoleto alle dirette in Full HD, ai gameplay estremamente migliorati, alle grafiche ultra-realistiche. Il gioco è cambiato su molteplici livelli. Un cambiamento che parte dal gaming, le cui software house hanno sfornato titoli di altissimo livello come GTA, Assassin’s Creed, Fortnite. Titoli dal successo planetario, frutto degli enormi progressi fatti nel coinvolgere al meglio i sensi dell’utente.

Anche il mondo del gambling sta cercando di attuare i concetti della Gamification per rispondere a queste esigenze e finora ci sta riuscendo con successo. Nei nuovi titoli si dà ampio risalto ai concetti di storytelling e gameplay, per creare un’esperienza di gioco totale che non si limiti al semplice rischio della vincita. I leader tra le software house come Novomatic, NetEnt e altre grandi case di produzione hanno capito che il segreto è investire sul responsive design, un meccanismo di design che reagisce o risponde repentinamente ad uno stimolo.

Un design che si adatta. Kayla Knight lo spiega così: “Con Responsive Design indichiamo quell’approccio per il quale la progettazione e lo sviluppo di un sito dovrebbero adattarsi al comportamento e all’ambiente dell’utente in base a fattori come le dimensioni dello schermo, la piattaforma e l’orientamento del device. La pratica consiste in un mix di griglie, layout e immagini flessibili, più un uso accorto delle media queries CSS. L’utente passa dal suo PC desktop ad un iPad, il sito dovrebbe automaticamente adattarsi alla nuova risoluzione, modificare le dimensioni delle immagini e le interazioni basate sugli script. In altre parole, un sito dovrebbe implementare tutte quelle tecnologie utili per un adattamento automatico alle preferenze dell’utente”.

Ma perché insistere sul design responsive? Perché oggi si gioca da qualsiasi piattaforma e se è vero che gli sviluppatori stanno investendo molto sul mobile, è altrettanto vero che il gap con le versioni desktop dei giochi ancora persiste: insistere sul design responsive vuol dire compiere un ulteriore passo in avanti nella rivoluzione tecnologica.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]