Decoro urbano, Uniti per Baia e Latina interroga il sindaco sui Torrenti Rave e sul Centro Polisportivo ormai in stato di incuria e degrado.

Condividi

I consiglieri Leardi e Friello: lungo le sponde dei due torrenti Rave si è depositato, a causa delle piogge, materiale di ogni tipo che mette a rischio la salute dei cittadini. I giovani non possono fare sport perché il centro polisportivo è impraticabile”.

 

Il gruppo consiliare “Uniti per Baia e Latina” ha depositato, nei giorni, una interrogazione scritta al sindaco su alcuni aspetti fondamentali del decoro urbano della piccola comunità della valle del medio Volturno.

In particolare, i consiglieri Massimo Leardi e Vincenzo Friello Vincenzo hanno richiamato l’attenzione dell’amministrazione comunale sullo stato di abbandono e trascuratezza in cui versa il territorio cittadino, a cominciare dai torrenti Rave e dal Centro Polisportivo che versano in condizioni di assoluta incuria e degrado.

“I torrenti Rave attraversano i centri urbani sia di Baia che di Latina ma, da diversi mesi, a causa delle abbondanti piogge torrenziali, si è riversato lungo le sponde dei due torrenti materiale di ogni specie mettendo a rischio la salute dei cittadini. Particolarmente rilevante è la situazione, venuta a crearsi a Baia centro, a ridosso del ponte della strada provinciale Baia e Latina – Ponte di Raviscanina dove, a causa di depositi di materiale vario, si sentono degli odori acri che disturbano le vicine abitazioni”, dichiarano i consiglieri di minoranza.

“Pur sapendo che gli interventi di manutenzione dei due torrenti sono di competenza del Genio Civile di Caserta, certamente la segnalazione delle criticità verificatesi spetta all’autorità sanitaria locale che, nella fattispecie, è il sindaco al quale chiediamo di conoscere se siano stati adottati provvedimenti nei confronti del Genio Civile di Caserta affinchè provveda a quanto di sua competenza. E quali provvedimenti si intendano adottare per la salvaguardia della salute dei cittadini di Baia e Latina”, si legge nella interrogazione depositata in Comune.

“I problemi del decoro e della cura urbana e della tutela della salute dei cittadini, non sono certamente solo quelli posti all’attenzione dell’Amministrazione comunale con la nostra interrogazione, ma certamente ce ne sono tanti altri non meno importanti di quelli presi in esame. Ad esempio, il Centro Polisportivo, recuperato all’attività sportiva nell’anno 2017/2018 ma, ad oggi, impraticabile in quanto è in assoluto stato di abbandono e incuria, tanto che durante il periodo estivo, sono state negate alcune richieste di utilizzo dello stesso da parte di gruppi di giovani che intendevano organizzare alcune manifestazioni.

I cittadini, e soprattutto i giovani di Baia e Latina, si augurano che l’amministrazione comunale ponga, al più presto, in agenda iniziative ed attività sociali per consentire anche a loro, al pari dei giovani dei comuni limitrofi, di praticare lo sport”, concludono Leardi e Friello.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]