DE(ATH)LIVERY di Andrea Cioffi “Premio Scenario” al Teatro Eduardo De Filippo di Arzano

Condividi

Nel TEATRO EDUARDO DE FILIPPO di Arzano (Napoli)

con la direzione artistica di Roberta Straviano

per la stagione teatrale 2022/2023  sezione teatro d’innovazione

TRACCE DINAMICHE  direzione artistica Ettore Nigro

va in scena

venerdì 18 novembre | 20.45

DE(ATH)LIVERY

di Andrea Cioffi

Selezione ufficiale Premio Scenario 2021

Finalisti Premio Mauro Rostagno

con Andrea Cioffi, Sara Guardascione, Luigi Leone, Simone Mazzella

regia Andrea Cioffi

compagnia Cercamond

costumi Rosario Martone | scene Trisha Palma

musiche Emanuele Pontoni | assistente alla regia Ilaria Fierro

Venerdì 18 novembre, alle 20.45, per il cartellone d’innovazione Tracce Dinamiche del teatro Eduardo De Filippo di Arzano, va in scena lo spettacolo De(ath)livery, scritto e diretto da Andrea Cioffi, già selezione ufficiale Premio Scenario 2021 e ora finalisti al Premio Mauro Rostagno 2022.

Una black commedy esilarante interpretata da Sara Guardascione, Luigi Leone, Simone Mazzella e dallo stesso Cioffi.

In un appartamento, che è un mash-up tra lo stile sit-com americano e le case studenti di tutta Italia, in cui convivono tre coinquilini trentenni – una coppia di lavoratori precari e uno studente di medicina -, è accaduto un piccolo incidente.

Un rider ha portato la consegna sbagliata e, per una disgraziata concomitanza di cause, non ha mai lasciato l’abitazione. Giace riverso al suolo, la testa fracassata dal souvenir di un viaggio in Egitto del padrone di casa. E pensare che era il suo primo giorno di lavoro presso la celebre azienda di food delivery Trust itIn una serie di rewind, flashback e moviole, sarà proprio il narratore-rider-nonpiùvivo a illustrare come si sono svolti i fatti.

Una commedia nera che non risparmia nessuno – più di un personaggio ci resterà secco -, e che racconta i disagi vissuti dalla generazione dei trentenni, vittima della fretta, dell’odio social e dell’assenza di certezze, e che rischia sempre di perdersi in questa disperazione o di diventare, a sua volta, carnefice.

«La volontà di coniugare classici e contemporaneità fa sì che i personaggi, pur riconducibili ai giorni nostri, attingano al nucleo dei tipi fissi, tra cui i due innamorati, il dottore e il servo – scrive nelle note di regia Cioffi – che vengono però ricollocati in una commedia di situazione, in cui scene e costumi strizzano l’occhio a The big bang theory o How I met your mother. D’ispirazione classica anche i ritmi serratissimi e la figura del deus ex machina incarnata, postmortem, dal servo-rider, che rompe la quarta parete rivolgendosi direttamente al pubblico, mentre i personaggi, a un suo cenno, si muovono avanti e indietro nel tempo e nello spazio. Malgrado questo meccanismo, sia i vivi che i morti agiscono nel qui e ora, e i loro rapporti si fondano a partire dall’ascolto e dall’accadimento. Grazie a un lavoro di improvvisazione e di rifinitura registica, gli attori sono interpreti ma anche creatori dell’azione scenica, in cui la sfida di riscoprire il genere della commedia pura, con tutte le sue complicazioni sociali e tecniche, diventa scopo comune».

Il teatro Eduardo De Filippo di Arzano si pone come luogo di riferimento culturale per l’area nord della provincia di Napoli: un teatro inclusivo sia dal punto di vista sociale ed economico che artistico.

Nel 2014, quando è iniziata la direzione artistica di Roberta Straviano, Luca De Filippo venne a inaugurarlo di persona: «Inaugurare un teatro è sempre una gioia – dichiarò sul palco al termine della commedia Sogno di una notte di mezza sbornia – è un bel teatro e vale la pena riempirlo, stare tutti insieme, una volta ridendo e un’altra volta riflettendo un po’ in più. Il teatro è un luogo straordinario in cui si scambiano le idee dal vivo. Grazie per averlo intitolato a Eduardo».

Per la stagione teatrale 2022/2023, accanto al cartellone principale – che vede, tra gli altri, la presenza di Peppe Barra, Carlo BuccirossoPaolo Caiazzo, Francesco Paolantoni, Biagio Izzo, Sal Da Vinci, oltre alla rassegna di danza e di “teatro in famiglia” – il teatro De Filippo ha deciso di affiancare per la prima volta una rassegna di teatro d’innovazione, con la direzione artistica di Ettore Nigro e la collaborazione di Piccola Città Teatro, dal titolo Tracce Dinamiche.

Spettacoli, dunque, che incarnano, ciascuno a proprio modo, il dinamico evolvere del teatro verso forme di espressione moderne, che guardano al presente e al futuro, sempre riallacciando i fili col passato.

Il prossimo appuntamento è il 23 e 24 novembre 2022 con Freak show (compagnia Masnadieri), di Massimo Roberto Beato, diretto da Jacopo Bezzi interpretato da Aron Tewelde Simone Chiacchiararelli.

Prossimi spettacoli

mercoledi 23 e giovedì 24 novembre

Freak show

compagnia COMPAGNIA MASNADIERI

di Massimo Roberto Beato

regia Jacopo Bezzi

giovedì 29 dicembre

Aldiqualdilà. Tre maschere dell’aldiqua nell’aldilà dantesco

ideato da Ettore Nigro Dario Tamiazzo

compagnia PICCOLA CITTÁ TEATRO

di Giovanni Del Prete ed Ettore Nigro

regia Giovanni Del Prete

con Anna Bocchino, Gaetano Franzese, Ettore Nigro, Antonio Vitale

Info

Gli abbonamenti sono acquistabili presso il botteghino del teatro in via Verdi 25, Arzano (Napoli): abbonamento 5 spettacoli – prezzo 80 euro;

pagina facebook Tracce Dinamiche Teatro Eduardo De Filippovendita online dei biglietti per i singoli spettacoli sul sito www.etes.it

Contattare il botteghino ai seguenti numeri 0810140898 o 3389007997 e alla mail [email protected] (anche tramite messaggi whatsapp, dal lunedì al venerdì dalle 10:30 alle 13 e il sabato dalle 10:30 alle 13) e consultare il sito www.teatroeduardo.it

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]