Ddl di Riforma del processo civile con delega

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

Approvato il DDL di Riforma del processo civile con delega al governo per l’efficienza del processo civile e per la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie.
“Approvata alla Camera legge delega sul processo civile
Un passo in avanti per essere più competitivi e garantire tempi ragionevoli.
C’è ancora molto da fare ma ci sono novità importanti in tema di semplificazione del rito, di istituti alternativi alla giurisdizione, di professionalità nella scelta dei CTU, di organizzazione e di investimenti nell’ufficio del processo.
Più informatizzazione nella giustizia civile, senza perdere garanzie difensive.
Infine si e’ intervenuti sul  rito di famiglia, risolvendo il problema della frammentazione della tutela e  introducendo una disciplina organica del processo minorile.”
Cosimo Ferri, Italia Viva

NARDONE

“Abbiamo bisogno di una giustizia celere, efficace e certa. Il progetto di legge sul processo civile è una riforma strutturale di cui parliamo da molto tempo e che rappresenta una delle condizioni necessarie per accedere alle risorse europee del PNRR.

Oggi alla Camera abbiamo votato la legge che delega il Governo a incentivare i processi di mediazione con incentivi fiscali, procedure di negoziazione assistita e strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie. Trovare degli strumenti di risoluzione alternativi al processo è fondamentale per razionalizzare il nostro sistema giudiziario e per garantire una durata del processo ragionevole.
Una riforma fondamentale a dimostrazione che il Governo Draghi sia sulla strada giusta.”
Massimo Ungaro, Italia Viva
“L’intervento in aula ieri sera per presentare il mio ordine del giorno al DDL delega al Governo per l’efficienza del processo civile che formalizza alcuni rilievi emersi dalle audizioni della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività connesse alle comunità di tipo familiare che accolgono i minori sotto la mia presidenza.”
Laura Cavandoli, Lega

E, ovviamente, i grillini non sono contenti.
“Anche la riforma del processo civile è stata blindata dal governo, che ha posto l’ennesima questione di fiducia (la ventottesima in totale) per fare decadere tutti gli emendamenti e impedirci di provare a dare il nostro contributo.
E pensare che in teoria si tratterebbe di una legge delega, ossia lo strumento naturale con cui è il Parlamento a impartire delle indicazioni al governo!
Ci è rimasto quindi da discutere solo i blandi ordini del giorno. Qui ho chiesto al governo di impegnarsi a non aumentare gli importi dei contributi unificati per i prossimi anni, ma l’hanno bocciato senza scampo.”
Francesco Forciniti, Movimento cinque stelle

E dall’opposizione?
“Anche questa settimana il Governo ha chiesto la fiducia sulla delega al Governo per “l’efficienza del processo civile”. Anche questa settimana ho detto NO!”
Davide Galantina, Fratelli d’Italia
Ma la giustizia, si sa, per le riforme ha tanto ancora da fare.

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.