Ddl delega di riforma fiscale approvato in Cdm

Condividi
Anna Tortora

Riforma fiscale, poche idee ma confuse.
“Tra varie spine e alcune petizioni di principio troppo generiche per meritare allo stato un commento, una soluzione oggettivamente brillante è stata trovata proprio su una delle questioni apparentemente più inestricabili: la riforma del catasto.
Riforma che si farà, ma con ‘la previsione che le inofrmazioni rilevate secondo I principi sopra indicati non vengano utilizzati per la determinazione della base imponibile dei tributi la cui applicazione si fonda sulle risultanze catastali’.
In un colpo solo, il Premier Draghi e il Ministro Franco ottengono il risultato di disinnescare la bomba politica dei riflessi fiscali della riforma del catasto (e, da questo punto di vista, si tratta di una oggettiva, quanto schiacciante vittoria dell’area di centrodestra di Governo sulle legittime, ma assai differenti aspirazioni di altre componenti), ma anche di dare finalmente vita a una prospettiva di riforma che si pone come obiettivo, una volta tanto, non di determinare gettito sin dal giorno dopo in cui entra in vigore (cosa che spesso produce, a consuntivo, risultati imprevisti e dannosi), ma di migliorare davvero il settore in termini di procedure e contenuti informativi, lasciando poi la valutazione di un loro impiego ai fini fiscali dopo un periodo di decantazione, dirante il quale valutarne in modo più accorto gli effetti.
Un grande merito.
Politico e tecnico.”
Enrico Zanetti

NARDONE

Miglioramento?
“Se quello che si legge nella BOZZA  della legge delega sul Fisco è vero e contiene iva e catasto significa semplicemente che tutto il lavoro e le trattative fatte in Parlamento sono state bellamente ignorate. Complimenti.”
Claudio Borghi Aquilini, Lega

Dopo il  NO di Giulio Tremonti alla Riforma Fiscale di Draghi, è difficile che la Lega possa appoggiarla.
Infatti si è visto.
“La nostra principale idea sulla riforma fiscale? La riduzione delle tasse deve partire da chi le tasse le ha sempre pagate.”
Enrico Letta, PD

loading...

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.