David Bowie in mostra al Pan di Napoli. ‘The passenger’ offre un ritratto inedito del ‘duca bianco’

Condividi

È una mostra nuova quella curata da Andrew Kent ed allestita al Pan di Napoli. Offre un ritratto insolito di una star del pop internazionale, tracciando tappa dopo tappa, i momenti salienti del suo Isolar Tour. Così ‘The passenger’ ci presenta un David Bowie impegnato nei suoi viaggi al fianco di Iggy, con il quale ha creato capolavori artistici, ma anche momenti indimenticabili immortalati in una serie di scatti esposti.

Ben 150 cimeli tra copertine di dischi, abiti di scena, oggetti appartenuti al duca bianco e fotografie di viaggio, ci permettono di ricostruire il vissuto di una star che ha davvero fatto tutto, artisticamente parlando. Da attore e polistrumentista, Bowie è stato un fuoriclasse. Ha cavalcato la moda e l’arte del performer, senza omologarsi. Lui, appassionato di jazz fin dall’età di 13 anni, ha anticipato il sentiment della musica anni ‘80 fin dal primo successo, arrivato soltanto nel 1969, con la leggendaria “Space Oddity”. Gli anni Settanta lo consacrano per il suo glam rock, tracciando il cammino che lo porta in giro per il mondo con l’Isolar Tour, fatto di 78 concerti in giro per il mondo. Reduce da due dischi di grande impatto come ‘Low’ e ‘Heroes’, della sua trilogia berlinese, nel 1978 Bowie si ho’ nell”Isolar II Tour’, toccando quattro continenti diversi nell’arco di un anno. L’ultima data ebbe luogo il 12 dicembre presso la NHK Hall di Shibuya a Tokio ed ebbe trasmissione radiofonica mondiale. David aveva paura di volare, eppure toccò Nord America, Europa, Oceania e Giappone. Munito di una polaroid esposta in mostra, l’artista catturò i momenti di svago salienti di questo tour, che nella sua tappa europea è ben documentato nella mostra al Pan.

La retrospettiva visibile dal 24 settembre al 29 gennaio 2023 è un’antologia ricca su Bowie. Offre nello specifico, i momenti salienti dell’album Station to station, presentato con 66 concerti in 4 mesi tra Canada, USA ed Europa. Del tour europeo, comprendente 25 tappe, si sottolinea l’esplorazione della star di luoghi come la Piazza Rossa di Mosca, l’invalicabile Berlino Est, Victoria Station a Londra, dove si verificò l’incidente del presunto saluto nazista di Bowie. Le immagini e i documenti in mostra raccontano anche uno spaccato storico dell’epoca e dello spirito dei tempi nel clima di Guerra Fredda. I ricordi personali di Kent, fotografo acclamato, rivivono in ritratti intimi in bianco e nero, che di fatto documentano una importante fetta della storia della musica internazionale.

Così, la mostra  di Napoli, preceduta dalla tappa a Milano, presenta come chicca, anche una nuova sezione espositiva dedicata alla carriera cinematografica di Bowie e ai costumi da lui indossati in tour.

Prezzo biglietto: € 12,00 Biglietto intero Weekend e Festivi – € 10,00 Biglietto intero Feriale – € 8,00 Biglietto Ridotto (Under 14, Over 65, Convenzioni varie…) Gratuito Bambini fino a 8 anni – Biglietti disponibili su TicketOne

• Orari: Aperta tutti i giorni – Dal Lunedì al venerdì: dalle ore 09,30 alle ore 19,30 – Sabato, Domenica e festivi: dalle ore 09,30 alle ore 20,30.

Credits: foto di Arturo Favella

 

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.