Dalla Russia con amore , Yuri Guaiana arrestato a Mosca

Condividi

Roma, 11 mag. – Dalla Russia con amore arriva la notizia dell’ arresto di Yuri Guaiana . Il noto attivista , già segretario dell’ Associazione Certi Diritti , dei diritti della comunità Lgbt si trova da stamani in stato di fermo in una camionetta all’ interno di una caserma a Mosca con 4 attivisti di All Out per essere andato a consegnare le firme per una petizione a sostegno dei ragazzi omosessuali torturati in Cecenia. A Radio Radicale Yuri dichiara di non aver violato le norme della propaganda russa infatti non è’ stata mai ” pronunciata la parola omosessuale e non è’ stata sventolata nessuna bandiera gay ” , inoltre sono state sottratte delle scatole in cui più di due milioni di firme di persone che chiedono giustizia per i cento ceceni sequestrati . Non è’ stata infranta la legge sulla propaganda russa ed i ceceni, come testimonia Yuri risultano essere più di cento . In attesa di comprendere le ragioni dell’ arresto in un paese lontano dall’ essere uno Stato di Diritto siamo certi di poter affermare che attualmente l’ unico criminale a non rispettare i trattati firmati per il rispetto dei diritti umani è’ la Russia .

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]