Cultura. La poesia di Chandra Livia Candiani si fa danza come antidoto all’isolamento

Condividi

Bisbigliata Creatura è una creazione di Mariella Celia in collaborazione con Cinzia Sità, sostenute da Sosta Palmizi, ispirata all’omonima poesia di Chandra Livia Candiani. Lo spettacolo presentato il 5 dicembre a Campania Teatro Festival, diretto da Ruggero Cappuccio e finanziato dalla Regione Campania, risponde all’urgenza di ritrovare una percezione materiale del corpo sensibile e di osservare il sistema di relazioni che il corpo instaura con l’ambiente esterno attraverso il tocco e il movimento. La creazione sceglie il disarmo come prospettiva d’elezione e apre lo sguardo ad un luogo in cui l’umanità che si rivela è quella che muove i suoi primi passi.

In un’epoca in cui tutto è digitale, il senso tattile e cinestetico divengono quindi gli antidoti alle alterazioni delle funzioni percettive della nostra soggettività, che si fa sempre più isolata. «Bisbigliata Creatura ha avuto un lungo tempo di gestazione, un tempo necessario, lento, ricco di cadute, di ripensamenti, ritorni, pause silenziose, di domande molto più grandi di noi e di sorprendenti rivelazioni. In scena si fa esperienza di una sensazione del tempo extra-ordinaria, che desidera condurre chi guarda in “altri luoghi”, per poi tornare a se stessi. A nutrire il viaggio di creazione sono stati la poesia di Chandra Livia Candiani, capace di mettere in parole la sacralità dell’esperienza vitale, e i miei studi di Body-Mind Centering®, un approccio che rivela, attraverso esperienze di microscopica intimità, come ogni aspetto della vita di un individuo e dell’intero cosmo, si esprima nel corpo in movimento. Nel cammino è emersa tanta fragilità, una condizione che vogliamo celebrare e di cui vogliamo rivelare la bellezza, la tenerezza, la forza».

Mariella Celia studia danza all’età di sei anni presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma e si laurea in discipline coreutiche ad indirizzo Danza Contemporanea nel 2008. Vince una borsa di studio al Festival Impulstanz di Vienna, dove studia per tre anni Release e Floor-work, e nell’improvvisazione. Fondamentali gli incontri con Carolyn Carlson e con Constanza Macras.

Dal 2006 ad oggi lavora con registi e coreografi in Italia e all’estero, tra cui Emma Dante, Raffaella Giordano, Giorgio Rossi, Mario Martone, Stefano Mazzotta, Emanuele Sciannamea (Compagnia Zerogrammi), Ismael Ivo (Brasile), Modjgan Hashemian (Berlino), Vienna Improvisation Dance Company, Luca Silvestrini (UK) e tanti altri. Si diploma in  Body-Mind Centering®  nel 2019. Dal 2013 è Artista Associati Sosta Palmizi, che ha prodotto tre sue creazioni, tra cui una per il corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma e l’ultima, Bisbigliata Creatura.

Cinzia Sità è danzatrice autrice coreografa dramaturg. Laureata con lode in Lettere Antiche e consegue brillantemente la Laurea Specialistica in Coreografia, Biennio, presso l’Accademia Nazionale di Danza e il Biennio di Scritture della danza Contemporanea. È Artista Associata Sosta Palmizi dal 2012. Autrice e interprete con Giorgio Rossi dello spettacolo Sulla Felicità (2014). È assistente coreografa di Raffaella Giordano nell’Opera Bassaridi regia di Mario Martone e coreografa nell’Aida regia di Raffaele Di Florio. Come autrice crea Medea, Willin_ resting practice e collabora alla creazione Bisbigliata Creatura, di cui è anche interprete, regia di Mariella Celia; come dramaturg collabora alle creazioni di Olimpia Fortuni, Soggetto senza titolo e Do animals go to heaven? E  Rosaspina di Cecilia Ventriglia. È co-fondatrice di SiR sharing in Roma, un luogo di condivisione di pratiche di ricerca sul movimento e di scritture coreografiche.

TEATRO SANNAZARO | 5 DICEMBRE ORE 21.00 DEBUTTO | DURATA 50MIN 

BISBIGLIATA CREATURA

Ideazione E Regia Mariella Celia
Coreografia, Ricerca Drammaturgica del movimento Mariella Celia in collaborazione con Cinzia Sità
Interpreti Mariella Celia, Cinzia Sità
Suono Gianluca Misiti
Scene/ Trucco Francesca Innocenzi
Costumi Mariella Celia in collaborazione con Francesca Innocenzi
Disegno luci Francesco Tasselli
Produzione Associazione Sosta Palmizi
con il sostegno di Vera Stasi, Teatro Azione, Carrozzerie N.O.T, Aldes, Teatri Sospesi, Cittadella Dei Giovani Di Aosta, Teatro Di Roma – Teatro Nazionale, Fivizzano 27
Spettacolo vincitore del Premio Indivenire Per La Danza 2019
Selezione Visionari Kilowatt Festival 2021

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]