Cultura. Al Mann una Mostra e sette conversazioni su Caruso

Condividi

Una mostra e sette conversazioni. Quelle che, a partire dal 9 marzo e fino al 20 aprile, arricchiranno al MANN l’offerta culturale della mostra “Enrico Caruso- da Napoli a New York”, realizzata dalla Fondazione Campania dei Festival e dalla Fondazione Film Commission Regione Campania, con il sostegno della Regione Campania. Il primo degli appuntamenti, tutti fissati alle 16.30 e organizzati in collaborazione con il corso di laurea in Cinema, Musica e Spettacolo dell’Università Federico II di Napoli, è previsto mercoledì 9 marzo. Francesco Cotticelli e Paolo Maione affronteranno il mondo del più grande tenore di tutti i tempi dalla interessante prospettiva di “Enrico Caruso nelle altre Americhe”, mentre una settimana dopo, il giorno 16, Anna Masecchia e Simona Frasca, consulente musicale della mostra, racconteranno la genesi della famosa pellicola con un Caruso due volte protagonista nell’incontro dal titolo “My Cousin dalla canzone al film, tra divismo e italianità”. Il 23 marzo, invece, Marco Bizzarini, fornirà interessanti momenti di riflessione su “Enrico Caruso e La Fanciulla del West”, la famosa opera di Puccini che debuttò al Metropolitan di New York nel 1910, con la direzione di Arturo Toscanini e un Caruso all’apice del successo. Ricco di informazioni preziose si annuncia anche l’incontro del giorno 30, quando Giuliana Muscio, curatrice dell’originale mostra ospitata al MANN, farà luce sui “Performers campani dello spettacolo nel cinema muto americano”. Più progettuale che storico sarà poi l’appuntamento con Massimiliano Lopez e Gerardo Casiello, che giovedì 7 aprile parleranno di “Archivi sonori: modalità di intervento e valorizzazione dei fondi fonografici storici”. Sei giorni dopo, “Enrico Caruso interprete della canzone napoletana” sarà il tema affidato alle competenze di Enrico Careri e Giorgio Ruberti, mentre il ciclo di conversazioni terminerà il 20 aprile con Simona Frasca e Giuliana Muscio che tracceranno un bilancio conclusivo “Alla fine del percorso”.

Per partecipare agli incontri occorre inviare la richiesta all’indirizzo di posta elettronica [email protected] entro le 48 ore precedenti all’appuntamento. I posti a disposizione per ogni evento sono 20.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]