Cultura. A Segreti d’Autore l’ultimo strip di Rossella Pugliese

Condividi

Siamo davvero così pronti ad accettare quello che siamo o veniamo sviati da desideri altrui, compiacimento ed emulazione? È questa la domanda che fa da filo narrativo a “L’ultimo strip”, lo spettacolo di e con Rossella Pugliese in scena giovedì 11 agosto alle 21.30 a palazzo Coppola di Valle/Sessa Cilento, nell’ambito della dodicesima edizione di “Segreti d’Autore”, il Festival ideato da Ruggero Cappuccio e diretto da Nadia Baldi. Un monologo sfacciato e appassionato, con una donna, le sue gambe, i suoi tacchi e tanti uomini. Tutti mischiati nella vita caotica e disordinata di lei, nell’unico posto che ha trovato vuoto nel mondo e con una sola parola che le balena nella mente: autodistruzione. Tanto satura del vizio da non avere più spazio per alcun sentimento. Amare o essere amata non fa differenza, lei non se ne accorge, lei non c’è, lei non esiste. Il suo ultimo strip è in realtà il suo primo tentativo di salvezza. La regia è di Rossella Pugliese.

L’evento sarà preceduto dalla presentazione del libro “Andrea Salsedo, l’emigrante “suicidato” dall’Fbi” dello storico Giuseppe Galzerano.

Una storia, ignorata dalla Storia, dell’Italia errante e anarchica del primo Novecento, ricostruita con rigore grazie alla ricerca di un ampio e inedito materiale d’archivio e giornalistico e alla pubblicazione di documenti secretati dal Department of Justice, l’attuale Federal Bureau of Investigation.

L’ingresso è gratuito, ma su prenotazione e fino ad esaurimento posti, come avviene per tutti gli appuntamenti di “Segreti d’Autore”, Festival riconosciuto dal Ministero della Cultura e finanziato dalla Regione Campania, con Sessa Cilento comune capofila della manifestazione e la collaborazione della Provincia di Salerno. La prenotazione va effettuata all’indirizzo [email protected] Si riceverà una mail di conferma che dovrà essere esibita, in forma cartacea o tramite cellulare, al personale del Festival.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]