CTP, dalla Città Metropolitana ok all’aggiornamento del Piano Industriale e alla ricapitalizzazione per 7,2 milioni di euro

Condividi

Il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, ha approvato quest’oggi – con due apposite deliberazioni – l’aggiornamento del Piano Industriale 2020/2022 e la ricapitalizzazione della Compagnia Trasporti Pubblici S.p.A. (CTP), l’azienda di trasporto pubblico interamente di proprietà dell’Ente di piazza Matteotti, per 7 milioni e 220mila euro.

NARDONE

Il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, ha approvato quest’oggi – con due apposite deliberazioni – l’aggiornamento del Piano Industriale 2020/2022 e la ricapitalizzazione della Compagnia Trasporti Pubblici S.p.A. (CTP), l’azienda di trasporto pubblico interamente di proprietà dell’Ente di piazza Matteotti, per 7 milioni e 220mila euro, al fine di ripianare la perdita maturata al 31 marzo 2020 e ricostituire il capitale sociale.

I due atti giungono dopo che, con due rispettive note, la società ha trasmesso, il 27 luglio scorso, il bilancio di esercizio 2019 e, il 29 luglio, la versione definitiva dell’aggiornamento 2020-2022 al Piano Industriale, che prevede – anche in seguito alla crisi Covid-19 – il raggiungimento dell’equilibrio finanziario al 31 dicembre 2022.

I documenti contabili che compongono il bilancio di esercizio chiuso al 31/12/2019 saranno oggetto di approvazione nella prossima assemblea in via di convocazione. Tali documenti evidenziano una perdita di esercizio di € 10.872.159 ed un patrimonio netto pari a € 726.074. Una perdita inferiore a quella preventivata per il medesimo anno nel Piano Industriale revisionato ad agosto 2019, che si attestava intorno ai 15 milioni di euro.

In ragione delle evidenziate prospettive di miglioramento delle condizioni economico patrimoniali e finanziarie aziendali, dal combinato disposto delle due deliberazioni scaturisce che si può pertanto procedere alla ricapitalizzazione della società nei limiti dello stanziamento di bilancio. Ribadite le prescrizioni che il management della società dovrà osservare: intervenire senza indugio per aumentare la produzione chilometrica, nonché per rafforzare la lotta all’evasione tariffaria e al recupero delle sanzioni; monitorare costantemente la produzione chilometrica e la percentuale di ricavi da bigliettazione secondo gli indicatori di benchmark previsti; trasmettere alla Città Metropolitana un report mensile relativo al suddetto monitoraggio, con tutti gli elementi utili relativi all’andamento gestionale della società e all’applicazione delle misure di efficientamento; confermare la riduzione delle spese di funzionamento, come previsto nel Piano di razionalizzazione 2019 e nella deliberazione del Sindaco Metropolitano n. 5 dello scorso gennaio.

La CTP è una società interamente della Città Metropolitana di Napoli che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale su gomma su un territorio di 68 comuni tra le province di Napoli e Caserta, con un bacino di utenza di 2,8 milioni di abitanti. Il servizio, considerato in ambito comunitario servizio di interesse economico generale (SIEG), è erogato a tariffe amministrate con corrispettivi inadeguati alla copertura dei costi: la società, analogamente ad altre aziende che gestiscono il trasporto pubblico locale, si trova, pertanto, in una situazione strutturale di disavanzo economico, con perdite tali da ridurre nel corso di ogni esercizio il capitale sociale al di sotto del limite legale, fattispecie che impone alla Città Metropolitana di intervenire con apposite ricapitalizzazioni per garantire la regolare erogazione del servizio a beneficio della vasta platea di cittadini/utenti.

L’aggiornamento del Piano industriale 2020-2022 adottato oggi sarà sottoposto al Consiglio Metropolitano per l’approvazione definitiva.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]