Crisi mondiale di grano. Ci saranno nuove migrazioni. Russia – Ucraina. Henry Kissinger consiglia agli ucraini la via della pace

Condividi

anna tortora
Anna Tortora

“La crisi mondiale del grano:                            

  • Primo. 3 grandi multinazionali statunitensi hanno comprato in Ucraina 17 milioni di ettari di ottima terra, un territorio immenso.
    Si tratta di Cargill, Dupont e Monsanto (germano-australiana ma con capitale statunitense).
  •  Secondo. Il blocco delle navi con prodotti alimentari, tra cui il grano, è dovuto in larga parte alla presenza di mine posizionate dall’ Ucraina nei porti per evitare sbarchi.
  • Terzo. Appena scoppia la carestia in Africa, arriveranno in Italia milioni di migranti forzati dalla fame.

A Voi la valutazione.”

Marco Rizzo, PC

A proposito di grano…
“Xiangyang,  360 mila ettari di grano mietuto
Il 24 maggio 2022, nel villaggio di Xiaowan della contea di Wudian, a Zaoyang, di Xiangyang, nella provincia dello Hubei, una decina di grandi mietitrici lavorano nei campi. La zona di Xiangyang si distingue per la produzione di cereali a livello nazionale nel bacino del Fiume Azzurro, con ben 5 milioni di tonnellate. Di recente, visto il bel tempo, per garantire la tempestiva mietitura e immagazzinamento del grano estivo, la città di Xiangyang ha mobilitato le mietitrici da altre province,  con un tasso di mietitura meccanizzata superiore al 98%. Quest’anno, la superficie mietuta tocca i 360.893 ettari.”
Radio Cina Internazionale

Inoltre…
“Secondo Kiev le armi americane e dei loro alleati hanno causato in tre mesi la morte di 29.350 soldati, in prevalenza ragazzini tra 18 e 21 anni. Le armi Usa fornite all’Ucraina, prolungando la guerra, sono in parte responsabili anche dei 6.800 ucraini uccisi, 232 sono bambini.”
Mario Adinolfi, giornalista e scrittore, già parlamentare della Repubblica e presidente del Popolo della famiglia

“Dopo tanti opinatori televisivi finalmente vien fuori il buon senso di Henry Kissinger, un vero, sperimentato esperto di conflitti e di percorsi verso la pace.
Ebbene, Kissinger, che non può essere accusato di putinismo acuto, ha esortato l’Ue, la Nato, gli Usa a smetterla di mostrare i muscoli mirati alla sconfitta della Russia.
L’ex segretario di Stato americano ha inoltre chiesto agli irriducibili ucraini di rinunciare al territorio occupato dai russi e cercare la pace.
Kissinger avverte che altrimenti si verificheranno  sconvolgimenti e tensioni che non saranno facilmente superate.”
Giancarlo Lehner, giornalista e scrittore, già parlamentare della Repubblica

Qualcuno ascolta?
“Germania: Ue raggiungerà a breve accordo sull’embargo del petrolio russo
Il 24 maggio, ora locale, il vice premier e  ministro  tedesco dell’Economia e della Protezione del clima, Robert Habeck, ha affermato che l’UE attuerà un’ulteriore ciclo di sanzioni verso la Russia, incluso l’embargo sul petrolio russo. Anche se ci sono ancora paesi membri che non concordano con le nuove sanzioni, la probabilità di raggiungere un accordo all’interno dell’Ue è sempre maggiore.
Secondo quanto riportato, il prossimo Summit dell’UE, durante il quale saranno probabilmente lanciate le nuove sanzioni nei confronti della Russia, si terrà entro la fine del mese. L’embargo sul petrolio russo provocherebbe un ulteriore aumento dei prezzi delle risorse energetiche.”
Radio Cina Internazionale

E in Italia c’è sempre e solo confusione…
“Chi governava nel 2006 mentre si facevano accordi commerciali con la Russia? La Sinistra, chi governava negli anni in cui Letta e Renzi facevano accordi con Putin? il PD!”
Alessandro Giuli, giornalista e scrittore

“Una politica italiana fatta dì deroghe e proroghe, per forza non ci capisce niente con una guerra.”
Antonio Polito, editorialista del Corriere della sera

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.