Crisi energetica e sanzioni alla Russia

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

La crisi energetica ha riproposto degli interrogativi importanti.
“Se chiedessimo agli italiani di scegliere tra la prosecuzione delle sanzioni vs Russia e la povertà energetica (=dover scegliere se mangiare o pagare le bollette), siamo sicuri che gli italiani sceglierebbero la prima? Oltre che questione di sopravvivenza, c’entra la democrazia.”
Annalisa Chirico, giornalista e scrittrice

“Questa non è la nostra guerra. Basta davvero sostenere che si dovrebbero ripensare le sanzioni contro la Russia per essere un pericolo per l’Italia come affermato da Letta?
Siamo arrivati al punto che se non si è ferocemente antirussi e si contesta la politica che ci sta portando al disastro economico si viene tacciati di essere nemici della patria.
Eppure io credo che i nemici dovremmo sceglierli da soli, non farceli indicare da altri.
E credo che gli italiani che non si sentono rappresentati da questa politica dovrebbero iniziare a farsi sentire in piazza.”
Sen.Mattia Crucioli, Alternativa

A Cernobbio si è discusso sull’ argomento. Nella scelta da prendere cosa hanno messo al primo posto? Sia chiaro, non critico e non sono all’altezza per poterlo fare, ma tra i cervelli sopraffini presenti, nessuno ha dato risposte a breve termine e la paura dei cittadini è che vengano prese delle scelte fallimentari. Cosa si può dire, ad esempio, ad uno che vive con una pensione minima? Che forse bisognerebbe guardare oltre, ma questo oltre non è il meglio?
“L’ Europa non è la soluzione al problema del caro bollette bensì la causa. Per risolvere dovremmo infatti:
-stoppare il pacchetto UE fitfor55
-abolire le sanzioni alla Russia approvate dalla UE
-fare extra deficit per aiutare famiglie e imprese. Vietato però daI regolamentI UE.”
Fabio Dragoni, giornalista

“Se non togliete le sanzioni alla Russia addio gas.”
Vittorio Feltri, direttore di Libero
“L’Italia deve rivedere le sanzioni alla Russia e promuovere la pace, insieme a Francia e Germania, per evitare una catastrofe sociale interna.”
Lorenzo Fontana, Lega

” Molti imprenditori mi stanno chiedendo di rivedere le sanzioni alla Russia, perché è l’unico caso al mondo in cui le sanzioni, volute per fermare la guerra e colpire un regime, danneggiano non i sanzionati ma coloro che sanzionano. Con questi provvedimenti ci stanno rimettendo gli Italiani e ci stanno guadagnando i Russi, quindi a Bruxelles c’è qualcuno che ha sbagliato i conti. Bisogna continuare a sostenere, difendere e aiutare il popolo ucraino, ma le sanzioni non stanno facendo male alla Russia.”
Matteo Salvini, Lega

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.