Criscuolo , Radicali :” La politica dimostrativa di de Magistris è l’ accoglienza, disastri metropolitani e ricatti alla regione “

Condividi

Napoli, 31 mag. – L’ emergenza immigrazione apre il cuore ai napoletani e anche le porte della città di Napoli . Evitando qualsiasi polemica sulla questione solidarietà o razzismo che sposta l ‘ attenzione sui luoghi comuni della politica populista , soffermiamoci sulla ennesima attività di politica dimostrativa del sindaco di Napoli . In realtà l’ annuncio della sua nuova strategia sarebbe già avvenuto ai tempi del famoso scontro/confronto dalla Annunziata a Mezz’ora ora con Salvini , trasmissione in cui peraltro presento ‘ anche una canzone ed un libro . C’ e’ di più pero’ in quella occasione il sindaco aggettivo’ NAPOLI COME CITTÀ DEI RIFUGIATI . Se da una parte la campagna antirazzista e antigovernativa quindi contro Minniti colloca il movimento del sindaco a sinistra della sinistra , in realtà il suo interesse è ‘ relativo a poter ricevere gli aiuti statali aprendo le porte della città agli immigrati al fine di risolvere i suoi disastri amministrativi . Chi non conosce la città di Napoli ed i suoi problemi di bilancio , ma soprattutto la pessima amministrazione delle partecipate della città metropolitana non può comprendere come questa situazione di emergenza degli immigrati sia una fortunosa occasione per il sindaco di Napoli , non solo per dare atto ad una ennesima azione politica dimostrativa populista ma usare questo mezzo per ricattare ulteriormente il Governo Regionale . Pensate che gli manchi il coraggio di scatenare nuovamente i suoi ragazzi sulla piazza come negli ultimi scontri già avvenuti ? Se da una parte finge la città ribelle dall’ altra cerca un posto al sole per proseguire la sua carriera , poiché il piano di allargare con i tentacoli metropolitani la sua politica è ‘ fallimentare sul territorio campano soprattutto se non si ha un progetto politico che lo proietti verso il futuro .

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]