Covid e vacanze, paura per la variante Delta: dimezzate le prenotazioni in Italia e all’estero

Condividi

Roma, 18 lug. – Estate last minute anche per il 2021. La variante Delta del Coronavirus preoccupa gli italiani e la fuga di notizie ormai martellante su media e quotidiani, spaventa la popolazione che ricorre alla cancellazione dei viaggi prenotati in precedenza, soprattutto nelle mete estere.

NARDONE

Le stime della Fiavet (Federazione italiana associazioni viaggi e turismo), parlano chiaro: nell’ultima settimana si è registrato un calo del 50% delle prenotazioni sia per l’Italia che per l’estero.

Il crollo è dovuto agli ultimi avvertimenti della Farnesina riguardo i rischi di nuove strette atte a frenare la diffusione dei contagi. Nonostante l’esiguità numerica di viaggi programmati all’estero (circa il 15% di prenotazioni), sia per le mete interne che per quelle estere, scattano le cancellazioni.

A commentare l’andamento è Ivana Jelinc, presidentessa Fiavet: “Stiamo assistendo ad un crollo della domanda. Le persone hanno deciso di non confermare le vacanze o di aspettare a partire. Rispetto alla settimana del 12 luglio, si è registrata una richiesta del meno 50% di prenotazioni di viaggi”.

Il timore per la variante Delta alimenta gli annullamenti dei soggiorni vacanzieri nelle settimane centrali di agosto.

Addio alle vacanze programmate in largo anticipo! Le mete più ambite dai giovani restano Malta, Grecia, Spagna e Croazia, luoghi già frequentati a luglio per svago e vacanze studio. Le nuove restrizioni diramate sui posti, causa contagi e la mancata sottoscrizione di assicurazione da parte dei giovani viaggiatori bloccati nelle mete sopra citate, causa Covid19, inducono la Fiavet a diffondere il suo appello invitando gli italiani ad affidarsi a seri professionisti per la stipula di assicurazioni di viaggio.

Ci troviamo davanti ad un’estate ancora una volta in bilico, sul filo della scelta tra vaccini, prenotazioni e paura di restrizioni. La tanto sospirata libertà tarda ad arrivare e mette in discussione l’intero sistema internazionale legato ai viaggi e all’economia ad essa annessa. Ne consegue che chi partirà lo farà decidendo all’ultimo momento, dopo aver vagliato cosa accadrà tra green pass e nuove disposizioni governative.

loading...

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.