Covid: Alto Casertano, Zinzi (Lega): “Ritardi e rischi per tamponi processati altrove, che fine ha fatto il Dea di I livello”?

Condividi

Il consigliere regionale Lega, Gianpiero Zinzi, ha presentato un’interrogazione indirizzata al Presidente Vincenzo De Luca sulla mancata attivazione di un servizio di analisi dei tamponi molecolari presso l’Ospedale di Piedimonte. Attualmente i tamponi eseguiti in loco vengono inviati altrove per essere processati, nonostante presso il presidio ospedaliero sia presente un laboratorio di analisi che potrebbe essere utilizzato per lo scopo. Il rischio in questi casi è legato sia ai lunghi tempi di attesa che all’attendibilità della risposta a causa del trasporto del materiale organico.

NARDONE

“Quanto sta accadendo all’ospedale di Piedimonte Matese – ha spiegato Zinzi – rappresenta la sintesi perfetta di come De Luca sta gestendo questa emergenza: male! Si preferisce ingolfare un sistema già in difficoltà piuttosto che sfruttare o potenziare le strutture esistenti. Il tutto ad appena due mesi dal ‘falso’ annuncio dell’ex assessore regionale Palmeri sull’avvenuta trasformazione dell’ospedale ‘Ave Gratia Plena’ nel Dea di I livello. Che fine ha fatto quel progetto e con quale coraggio De Luca continua a vantare la sua Sanità da primato?”

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]