Coronavirus, Zinzi (Lega) dalla parte dei commercianti: “Niente chiusura senza sostegno economico”

Condividi
“Le mezze misure non fanno bene né all’economia né alla salute. Se il governatore De Luca ritiene che determinate attività possano diventare focolai di contagio, abbia il coraggio di chiuderle ma solo dopo aver previsto un adeguato sostegno economico per imprenditori e dipendenti. Altrimenti vuol dire che sta procedendo a caso e questo significa giocare sulla pelle dei lavoratori”.

Così il capogruppo della Lega in Consiglio regionale Gianpiero Zinzi commentando l’ultima ordinanza di De Luca che impone la chiusura dalle ore 23 alle ore 5 del giorno successivo per tutte le attività economiche, sociali e ricreative.

NARDONE

“De Luca fa di nuovo ricorso al lockdown per coprire le falle di una Sanità che fa acqua da tutte le parti. Nella sua diretta riporta i dati dei nuovi contagiati, semina terrore mostrando persino la Tac di un 37enne colpito da Covid e se la prende con le mamme che chiedono il ritorno in classe dei figli. Dimentica però di dire che rispetto a marzo poco o nulla è stato fatto per affrontare la seconda ondata della pandemia, dal momento che mancano 407 posti letto di terapia intensiva rispetto all’obiettivo posto dal Governo. L’altra cosa che ha omesso di spiegare è come faranno i cittadini campani a mangiare e a pagare le bollette. Le ripercussioni economiche sulle famiglie saranno gravissime. De Luca faccia marcia indietro prima che si scateni una guerra civile”.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]