Coronavirus, Nappi “Morte Maria Rosaria non ci lasci indifferenti, De Luca batti un colpo”

Condividi

“La notizia della scomparsa di Maria Rosaria, ostetrica di Pompei, non può lasciarci indifferenti. Si tratta della seconda vittima di una categoria ingiustamente discriminata, non solo dal governo ma anche dalle istituzioni locali con provvedimenti che non tengono in alcuna considerazione il valore professionale di queste figure sanitarie fondamentali. Un’assenza dai decreti e dalle ordinanze regionali che pesa come un macigno perché mortifica il lavoro di migliaia di professionisti che quotidianamente lavorano al pari di altre professioni sanitarie, sottoponendosi agli stessi rischi ma senza ricevere gli stessi riconoscimenti nelle normative che si susseguono in questo tempo di emergenza. Proprio la carenza di dispositivi di sicurezza personali, inoltre, denunciato anche dai sindacati, contribuisce alla diffusione del contagio tra gli operatori, come testimoniano gli oltre 40 casi al Cto, e quelli al Monaldi, tutti coperti  da un inquietante silenzio da parte della Regione. De Luca se ci sei, batti un colpo!”. Lo scrive in una nota Severino Nappi di Il Nostro Posto.

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]