Coronavirus, due casi accertati a Roma

Condividi

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha dichiarato che sono stati accertati due casi di coronavirus in Italia: «Sono due turisti cinesi che sono venuti nel nostro Paese».

Conte ha aggiunto: «Abbiamo già predisposto tutte le misure precauzionali per isolare questi due casi».

Il premier ha anche affermato: «Il ministro Speranza ha già adottato un’ordinanza che chiude il traffico da e per la Cina. Siamo il primo paese che adotta una misura cautelativa di questo genere».

«Domani in Cdm adotteremo tutte le misure necessarie, con dentro tutti i ministri e la Protezione civile», ha aggiunto Conte evidenziando che «non c’è nessun motivo di creare panico e allarme sociale».

«Per superare il rischio di panico e allarme non c’è altro che fidarsi delle autorità competenti. Posso assicurarvi che in questo momento siamo in Italia nella linea di massimo rigore in funzione preventiva. Siamo nella condizione di poter tranquillizzare tutti i cittadini. La situazione è assolutamente sotto controllo. Ma non significa che ci stiamo appagando nelle prime misure», aggiungendo che «sono fiducioso che la situazione rimarrà confinata».

Il ministro Roberto Speranza ha aggiunto che l’insorgenza di casi di Coronavirus in Italia è «un fatto abbastanza normale se pensiamo alla statistica, visto che in Europa ci sono già dieci casi. Era abbastanza probabile, lo dicevano già da tempo i nostri scienziati».

Giuseppe Conte ha convocato un consiglio dei ministri per domattina alle 8.30 per fare il punto sull’emergenza Coronavirus e per prendere «ulteriori misure». L’obiettivo, ha spiegato il premier, è «mettere tutte le strutture competenti a disposizione, compresa la Protezione civile».

I due turisti provenienti da Wuhan, erano atterrati a Milano il 23 gennaio e avevano fatto alcune tappe intermedie prima di arrivare 4 giorni fa in un hotel della capitale.

Si è appreso, infine, che un bus di turisti cinesi si sta dirigendo scortato dalla polizia di Stato all’ospedale Spallanzani di Roma per i controlli sul coronavirus. Secondo quanto si apprende dalla questura, le persone a bordo appartenevano allo stesso gruppo della coppia ospite nell’hotel di via Cavour, nella Capitale, marito e moglie cinesi, già ricoverata.

A quanto apprende l’Adnkronos i due cinesi ricoverati ieri per sospetto Coronavirus facevano parte di una comitiva che stava in giro per l’ Italia, prima di arrivare nel Lazio è stata in Campania, meta amata per le escursioni per gli orientali, che prediligono  Napoli, a Pompei , la Penisola sorrentina e la Costiera amalfitana con Positano e Amalfi,   stando a quanto dichiarato dall’ASL provenivano da Sorrento dove avrebbero fatto tappa ieri prima di partire alla volta di Cassino, dove non è mai arrivata.

Caso sospetto anche in Veneto: un minore del Trevigiano rientrato da un viaggio in territorio cinese.

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.