Coronavirus – Conte agli italiani: “attiviamo la catena della solidarietà comunale per dare ossigeno immediato ai loro bilanci”

Condividi

Roma, 28 mar. – Ennesima informativa del premier Giuseppe Conte per emergenza coronavirus.
In campo ulteriori misure economiche del governo per sostenere le famiglie italiane.
Conte dichiara da Palazzo Chigi: “Abbiamo superato le 10.000 vittime. È una ferita che non possiamo dimenticare. Oggi segnaliamo 1434 guariti. È il numero più alto. Ci manteniamo sempre vigili e attenti. Oggi vogliamo dare anche il segni della presenza dello Stato. Siamo consapevoli che ci sono tante persone che soffrono anche a livello psicologico e materiale. Coinvolgiamo i Comuni, i sindaci che sono sentinelle delle comunità locali.
A loro giriamo la somma di oltre 4miliardi in anticipo rispetto la scandenza prevista a maggio.
Con una ordinanza della protezione civile aggiungiamo anche 400milioni da utilizzare per coloro che non riescono a fare la spesa. Nasceranno buoni spesa erogati dai Comuni, in accordo con la catena di volontariato del terzo settore.
Favoriremo donazioni. Non vogliamo tassare la solidarietà. Stiamo lavorando intensamente con la Ministra Catalfo, con l’INPS. Non è semplice: parliamo di 16 misure differenti. Stiamo facendo di tutto perché i tempi della burocrazia siano azzerati. Tutti i pagamenti stanziati dal Decreto Cura Italia speriamo siano formalizzati (cassa integrazione, bonus per liberi professionisti) entro il 15 aprile”.
La generosità italiana anche oggi si è dimostrata ampiamente. Sono oltre 7.000 le domande pervenute alla #protezionecivile per formare la #taskforce di #infermieri contro la #pandemia.
La situazione #contagi monitorata ad #oggi: sono 3.651 i positivi (4.401 ieri), 889 morti (969 ieri).
Sono 92.472 i casi totali di coronavirus in Italia registrati dall’inizio dell’epidemia.
Il numero di tamponi eseguiti è salito a 429.526.
In isolamento domiciliare attualmente si trovano 39.533 pazienti. In terapia intensiva 3856.
I ricoverati con sintomi sono 26.676.

NARDONE
loading...

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.