Cordoglio del SiNAPPe alla Polizia di Stato per la tragica perdita subita!

Condividi

E’ choc a Napoli per la tragedia che nella notte ha portato alla morte un uomo della Polizia di Stato.
“Un servitore del Paese che ha immolato la sua vita nell’adempimento del suo dovere” ha commentato SANTINI, Segretario Generale SiNAPPe, non appena appresa la notizia di quanto accaduto.
A quanto sembra tre uomini di etnia ROM, venivano scoperti dalla Polizia – grazie a una segnalazione giunta alle 4.00 della mattina – mentre tentavano di svaligiare il bancomat di un Istituto di credito; nella folle fuga hanno impattato con la loro auto contro la Volante del commissariato di Secondigliano giunta sul posto, sulla quale viaggiava l’Agente Scelto morto nel tragico schianto. Ferito, seppur in maniera meno grave, anche il collega che si trovava con lui.
Pasquale Apicella, 37 anni, dal 2014 nella Polizia, lascia la moglie e due piccolissimi figli, un maschio di 6 anni ed una bimba nata lo scorso 10 gennaio.
“Siamo affranti da quanto accaduto al giovane poliziotto” dice ancora SANTINI, esprimendo tutto il cordoglio del SiNAPPe.
“Il nostro legame con la Polizia di Stato“ continua “ci fa sentire il dolore della grave perdita. Questa notte abbiamo perso non solo il poliziotto, ma un uomo, un marito, un padre che pur nell’emergenza sanitaria che stringe il Paese tra le morsa di un tremendo virus, non si è tirato indietro ed ha continuato a svolgere egregiamente il suo compito”.
Il SiNAPPe, nel porgere le più sentite condoglianze alla famiglia, rinnovando il proprio dispiacere per la giovane vita spezzata, esprime grande solidarietà alla Polizia di Stato, biasimando l’accaduto.

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]