Cordoglio dal mondo politico per la morte dell’agente scelto Apicella

Condividi

Pasquale Apicella, poliziotto di 37 anni è morto a Napoli nel tentativo di sventare un furto in banca. La pattuglia del Commissariato Secondigliano, del quale faceva parte il poliziotto, è intervenuta in via Abate Minichini, dove era stato segnalato il tentato furto alla filiale Credit Agricole. I rapinatori tenuti scappando in auto imboccando Calata Capodichino, quando sono controllati con l’auto della Polizia. Nello scontro il poliziotto appena 37enne ha perso la vita, mentre il collega non è in gravi condizioni. I due rapinatori sono stati arrestati.

NARDONE

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha espresso al Capo della Polizia, Franco Gabrielli, e a tutta la Polizia di Stato il profondo cordoglio per la morte durante l’attività di servizio, questa mattina a Napoli, dell’Agente Scelto Pasquale Apicella, manifestando alla famiglia dell’agente i sentimenti di commossa e sentita vicinanza.

«È un dolore immenso la perdita di un giovane appartenente alla Polizia di Stato nell’adempimento del dovere per il bene della collettività. Sono vicina alla famiglia colpita da una immane tragedia e desidero rinnovare i sentimenti di apprezzamento e riconoscenza per il quotidiano impegno di tutte le donne e gli uomini delle forze dell’ordine al servizio dei cittadini», ha dichiarato la titolare del Viminale.

«Rivolgo l’augurio di pronta guarigione all’Assistente Capo Salvatore Colucci rimasto ferito questa mattina», ha concluso il ministro Lamorgese.


Il capo della Polizia Franco Gabrielli, ha espresso “profondo cordoglio e sentimenti di commossa vicinanza ai familiari” dell’agente Pasquale Apicella. “In giornate che vedono impegnate le Forze dell’ordine nei controlli per il contenimento del coronavirus la Polizia di Stato continua l’attività di controllo a presidio di legalità contro la criminalità, pagando un prezzo altissimo con la perdita di un suo uomo”.  Gabrielli ha augurato una pronta guarigione all’altro componente della volante, l’assistente capo della Polizia Salvatore Colucci, rimasto ferito.


«Sentimenti di profondo dolore e cordoglio alla famiglia L’agente è stato ucciso a Napoli nel caso di vittime di un colpo in banca» , lo scrive in una nota il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo appresa la notizia dell’accaduto. Tofalo esprime «solidarietà e commossa vicinanza a tutti gli uomini e le donne della Polizia di Stato», augurando «una pronta guarigione al collega ferito».


“Sono vicina a tutte le donne e gli uomini in divisa e alla famiglia dell’agente di Polizia che questa notte a Napoli, mentre era in servizio, ha perso la vita nel tentativo di fermare una banda di criminali che aveva appena svaligiato un bancomat. Un dolore immenso per tutta la nostra comunità che ha perso un leale servitore dello Stato!”

È quanto scrive in una nota Michela Rostan, deputata di Italia Viva.


“Ci addolora profondamente la morte dell’agente scelto di Polizia, il trentasettenne Pasquale Apicella, deceduto questa a notte a Napoli, mentre cercava di sventare una rapina. Siamo vicini al corpo della Polizia e a tutte le forze dell’ordine che lavorano per la nostra sicurezza e, in queste settimane, contribuiscono in maniera determinante a garantire l’applicazione delle misure a tutela della salute pubblica. Il nostro cordoglio alla famiglia, alla moglie e ai due figli di Apicella, un servitore dello Stato. L’augurio di una pronta guarigione per l’altro agente rimasto ferito”.

È quanto scrive in una nota Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania.


Lui è Pasquale Apicella, un servitore dello Stato. E’ morto stanotte per sventare una rapina in banca. È riuscito a impedire ai ladri di farcela, ma la sua macchina, speronata dai rapinatori è stata totalmente distrutta e non è sopravvissuto all’impatto. Ci lascia un uomo dello Stato. Un marito e un padre. Ci lascia da eroe. Alla sua famiglia, a tutta la Polizia di Stato che con le Istituzioni – sono certo – non farà mancare la necessaria vicinanza, i sentimenti di gratitudine più vivi ed autentici.

È quanto scrive in una nota Carmine Mocerino Consigliere regionale della Campania, presidente della Commissione Antimafia.


“Aveva 37 anni, una moglie e due figli. L’ultima nata solo pochi mesi fa. L’agente scelto di Polizia Pasquale Apicella è morto stamattina nel tentativo di bloccare un furto in banca a Napoli. Adesso lo chiamano eroe, ma eroi le nostre donne e i nostri uomini in divisa lo sono da sempre. In prima linea, rischiando la vita per far rispettare le leggi e con paghe minime. Un abbraccio alla famiglia e a tutta la Polizia di Stato”.

È quanto scrive in una nota Gianpiero Zinzi, Consigliere regionale della Campania.


“Terribili le immagini del giovane agente di Polizia ucciso nel tentativo di bloccare dei rapinatori a Napoli. Il mio pensiero di vicinanza va alla famiglia e ai colleghi di Pasquale. Assistiamo continuamente, purtroppo, a violenze nei confronti degli uomini e donne in uniforme che mettono a rischio la loro vita per tutelare quella dei cittadini onesti. Chi aggredisce un uomo dello Stato deve essere punito severamente. Ora la giustizia faccia il suo corso, senza sconti”.

Lo scrive su facebook Severino Nappi di Il Nostro Posto, postando un video  girato subito dopo l’impatto.


“Esprimo la mia vicinanza alla famiglia dell’agente scelto Pasquale Apicella ucciso da balordi questa notte nel tentativo di sventare una rapina. A questi criminali sia applicata una pena severa ed esemplare. La mia solidarietà va anche all’intero corpo di Polizia, sempre in prima linea a sostegno dei cittadini ed a cui lo Stato dovrebbe assicurare maggiori risorse e mezzi rispetto a quelli attuali. Non è accettabile che operino nelle condizioni in cui versano oggi. Lo Stato ora non abbandoni la famiglia di Apicella che ha dato la vita per servire degnamente e con onore le Istituzioni”.

È quanto scrive in una nota Marco Nonno, consigliere comunale di Fratelli d’Italia Napoli.


“Vicinanza e solidarietà alla famiglia dell’agente Pasquale Apicella ucciso da malviventi questa notte a Napoli nel tentativo di sventare una rapina ad una Banca ed al corpo della Polizia di Stato. I criminali che si sono macchiati di questo delitto ricevano una pena certa ed esemplare, senza se e senza ma”. È quanto dichiara in una nota Simona Sapignoli, coordinatrice cittadina della Lega Napoli.
“Ora i Ministri competenti si assicurino che la famiglia di Apicella non sia abbandonata al proprio destino, mostrandole in ogni modo possibile la vicinanza dello Stato”, conclude la nota della Sapignoli.


loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]