Cordoglio dal Capo della Polizia per la morte del Sovrintendente Capo Giovanni Vivenzio

Condividi

Il Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Lamberto Giannini esprime sentimenti di profondo cordoglio e di vicinanza a nome delle donne e degli uomini della Polizia di Stato, alla moglie ed alle figlie del Sovrintendente Capo Giovanni Vivenzio, deceduto oggi dopo dieci giorni di ricovero ospedaliero.

NARDONE

Il Sovrintendente Capo, in servizio ai “Falchi” del Commissariato San Ferdinando della Questura di Napoli, lo scorso 6 aprile era rimasto coinvolto in un incidente stradale mentre era impegnato nella quotidiana attività di prevenzione e contrasto della criminalità.

Massimo (Usip-Uil): “vicini a famiglia dell’agente deceduto dopo incidente a Mergellina” 

“Siamo vicini ed esprimiamo il nostro profondo cordoglio alla famiglia di Giovanni, poliziotto della sezione “falchi” del commissariato di Napoli San Ferdinando che ha perso la vita per le gravi ferite riportate a dieci giorni dall’incidente che lo ha coinvolto in moto durante il servizio, intento insieme ad un collega ad inseguire un individuo sospetto.
A 40 anni dalla fondazione della Polizia di Stato e dalla legge 121 che rifondava il sistema della sicurezza del nostro Paese, ancora una morte bianca.
Chi indossa una divisa oggi, con la passione e l’abnegazione che ci ha messo Giovanni ed a difesa degli interessi e della sicurezza della collettività, lo fa purtroppo a rischio anche della propria vita, ma dando lustro allo Stato ed alle Istituzioni”.
È quanto dichiara in una nota Roberto Massimo, Segretario generale dell’Usip (confederato Uil) di Napoli.
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]